Animali

Quanti arti usano i pappagalli?

Per risalire superfici verticali, i pappagalli non usano solo le zampe: il becco funge da terzo arto, generando una forza propulsiva che li aiuta a muoversi.

Le creature con tre arti hanno sempre esercitato un certo fascino sull'immaginario collettivo, dando vita a figure mitologiche (come Yatagarasu, il corvo a tre zampe cinese) o a misteriose macchine aliene a tre gambe (quelle presenti nella Guerra dei Mondi di H. G. Wells). In natura, però, non esistono animali dotati di tre arti, perché la simmetria bilaterale del corpo lo impedisce. Tuttavia esistono alcuni animali che usano delle parti del corpo (come la coda o il becco) per aiutarsi in diverse attività: tra questi anche i pappagalli, che secondo quanto scoperto da uno studio pubblicato su Proceeding of The Royal Society B usano il becco come terzo arto per arrampicarsi su superfici verticali.

Arti ausiliari. In natura esistono diverse specie animali che usano alcune parti del corpo come arti ausiliari: è il caso dei picchi, che utilizzano la coda per puntellarsi al tronco dell'albero che stanno forando con il becco; ma anche dei canguri, che si servono della coda come quinta zampa per colpire un rivale o per muoversi quando pascolano. Il nuovo studio dimostra che anche i pappagalli della specie Agapornis roseicollis (nome comune inseparabile facciarosa) si comportano in modo simile, utilizzando il becco non solo per mantenere la stabilità mentre risalgono superfici verticali, ma proprio per spingersi e muoversi secondo la sequenza zampa sinistra-zampa destra-becco.

Uso becco e coda pappagalli
L'immagine mostra la frequenza con cui gli A. roseicollis utilizzano il becco (in arancione), la coda (in verde) e le ali (non utilizzate) per risalire una superficie più o meno ripida. © Young et al. | Proceedings of the Royal Society B

Forza propulsiva. Per arrivare a queste conclusioni i ricercatori hanno incluso sei A. roseicollis in due diversi esperimenti, durante i quali hanno utilizzato un sensore per rilevare quanta forza esercitassero durante il movimento e in quale direzione venisse applicata. Dai risultati è emerso che il becco generava la stessa forza propulsiva delle zampe: «La struttura testa-collo-becco funge da terzo arto e aiuta i pappagalli a risalire superfici verticali» spiega Melody Young, coordinatrice dello studio. Il fatto che l'apparato digerente e i muscoli del collo collaborino funzionando biomeccanicamente come un terzo arto propulsivo, concludono i ricercatori, è una novità evolutiva mai vista in altri taxa.

7 giugno 2022 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us