Animali

Un antico predatore coi denti a sciabola

In California è stato studiato il fossile della mandibola di uno dei primi predatori ipercarnivori: visse 40 milioni di anni prima della tigre dai denti a sciabola.

Un gruppo di paleontologi ha studiato un fossile trovato nel 1988 a Oceanside, in California, scoprendo una nuova specie di predatore dai denti a sciabola vissuto 42 milioni di anni fa: sarebbe uno dei primi mammiferi a essersi evoluto per diventare ipercarnivoro, ovvero cibarsi esclusivamente di carne.

L'animale, battezzato Diegoaelurus vanvalkenburghae, era grande quanto una lince rossa (48-120cm) e più piccolo di uno smilodonte (comunemente conosciuto come tigre dai denti a sciabola, che raggiungeva i 175 cm di lunghezza). «Oggi l'abilità di mangiare solo carne è comune a molti animali: lo fanno le tigri, gli orsi polari, e anche i gatti», spiega Ashley Poust, uno degli autori, «ma all'epoca gli ipercarnivori non esistevano ancora, e la comparsa di denti specializzati per tagliare la carne, come quelli ritrovati in questo fossile, ne favorì l'evoluzione». Lo studio è pubblicati su Peerj.

Denti specializzati. Il D. vanvalkenburghae è dunque uno dei primi esempi di felino ipercarnivoro: uccideva le proprie prede con i denti a sciabola (due lunghi canini) e ne strappava e triturava la carne con i denti carnassiali, situati nella parte posteriore della mandibola. «Questo animale rappresenta una sorta di esperimento dell'evoluzione, un primo tentativo di ipercarnivorismo», spiegano gli autori.

Ashley Poust, uno degli autori dello studio, tiene in mano il fossile di un frammento della mandibola di Diegoaelurus vanvalkenburghae: guardate che differenza con quello della tigre dai denti a sciabola, alle sue spalle!
Ashley Poust, uno degli autori dello studio, tiene in mano il fossile di un frammento della mandibola di Diegoaelurus vanvalkenburghae: guardate che differenza con quello della tigre dai denti a sciabola, alle sue spalle! © San Diego Natural History Museum

Il D. vanvalkenburghae fa parte di un genere di felini estinti ancora poco conosciuta, chiamata Machaeroides, alla quale appartengono anche altre cinque specie vissute durante il primo e medio Eocene (tra i 56 e i 40 milioni di anni fa circa). «Sappiamo davvero poco sui macheroidi, e per questo ogni nuova scoperta è importante», spiega Shawn Zack, uno degli autori.

È il mecheroide più recente mai ritrovato, molto diverso dal suo parente più prossimo, l'Apataelurus kayi, che visse nello Utah orientale nella stessa epoca: questo, secondo gli esperti, significa che siamo solo all'inizio, e che in futuro si potrebbero scoprire altre specie di macheroidi, evolutesi sviluppando caratteristiche diverse.

29 marzo 2022 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Come sarebbe stata (e sarebbe) la nostra vita senza cani, gatti, cavalli, topi, api, scimmie? Abbiamo girato la domanda direttamente a loro, gli animali, per farci raccontare che cosa e quanto hanno fatto per l'uomo fin dalla notte dei tempi. Perché non c'è evento, guerra, scoperta, epidemia che si possa ripercorrere senza valutare il ruolo svolto dagli altri abitanti del Pianeta.

ABBONATI A 29,90€

Perché viaggiamo? L'uomo viaggia da sempre con gli scopi più diversi, ma solo da poco tempo lo fa anche per divertirsi. E tu, che viaggiatore sei?Scoprilo con il test. E ancora: come sono i rifugi antiatomici della Svizzera e degli Usa; come si gioca la guerra dell’informazione nel Web; perché i Sapiens sono rimasti l’unica specie di Homo sulla Terra; gli amici non sono tutti uguali perché il rapporto con loro dipende dalla personalità, dal sesso e dal tempo che si passa insieme. Fai il test: che tipo di amici hai?

ABBONATI A 31,90€
Follow us