Pinguini minacciati da un'eruzione vulcanica

Le ceneri di un vulcano subantartico minacciano una delle più grandi colonie di pigoscelidi al mondo, intrappolati su una piccola isola delle Sandwich meridionali.

pinguinibas
Pigoscelidi antartici (Pygoscelis antarcticus): quella dell'isola di Zavodovski è la più grande colonia del mondo.|British Antarctic Survey

Centinaia di migliaia di pinguini sono minacciati da un'imponente colonna di ceneri vulcaniche, in una remota isola subantartica che si è trasformata in una prigione.

Gli scienziati del British Antarctic Survey (BAS) temono che l'eruzione del Monte Curry, sull'isola vulcanica disabitata di Zavodovski, nelle Sandwich meridionali, stia mettendo a rischio la sopravvivenza di 1,2 milioni di pigoscelidi antartici (Pygoscelis antarcticus) e 200 mila esemplari di eudipte ciuffodorato (Eudyptes chrysolophus), che insieme formano una delle più numerose colonie di pinguini al mondo.

 

L'eruzione del monte Curry ripresa da un pescatore un mese fa circa. | David Virgo

 

Sulle pendici del Curry vivono 1,2-1,4 milioni di pinguini. | Harriet Clewlow

In trappola. L'eruzione è avvenuta a marzo e i satelliti hanno mostrato alte colonne di ceneri sollevarsi dall'isola.

 

Normalmente i pinguini si sarebbero tuffati in mare, ma il vulcano si è risvegliato proprio nella stagione della muta, quando i pinguini perdono l'idrorepellenza e non possono entrare in acqua.

 

Il vulcano è a centinaia di metri dalle colonie ma le ceneri viaggiano spostate dal vento.

 

Gli animali potrebbero avere problemi respiratori, o essere bruciati, ma la prima spedizione nell'isola tanto remota non arriverà prima della fine dell'anno.

 


Vedi anche

 

 

10 Luglio 2016 | Elisabetta Intini