Animali

C'era una volta un uccellino simile a un tucano

In Madagascar è stato scoperto il fossile di un uccello vissuto milioni di anni fa che aveva alcuni tratti simili a quelli di un tucano.

Uno studio pubblicato su Nature descrive la scoperta di un piccolo uccello preistorico lungo meno di nove centimetri e dalle caratteristiche alquanto bizzarre, con un unico dente sulla punta di un becco a falce simile a quello di un tucano: «Quando ho visto l'immagine dello scheletro ho pensato che si trattasse di un tucano, tanta era la somiglianza», ammette Steven Brusatte, paleontologo non coinvolto nello studio.

L'aspetto del Falcatakely forsterae, questo il nome con cui è stato battezzato, è stato ricostruito a partire da un fossile rinvenuto in una cava del Madagascar, risalente al Cretaceo superiore, tra i 66 e i 72 milioni di anni fa. 

strane creature. La maggior parte degli uccelli preistorici, come quelli moderni, avevano ossa piccole e delicate, facilmente sgretolabili dal processo di fossilizzazione. Per questo il ritrovamento del Falcatakely è ancora più incredibile: il fossile è molto danneggiato in alcuni punti, ma il buono stato di conservazione del becco, di alcune parti della mandibola superiore e delle cavità oculari ha permesso di ricostruire in dettaglio il profilo dell'animale.

Le peculiarità del Falcatakely si inseriscono perfettamente nel contesto geografico nel quale si è evoluto, il Madagascar, un luogo rimasto isolato dal resto del mondo dopo la sua separazione dall'India, 88 milioni di anni fa, dove per lo stesso motivo si sono sviluppate altre creature dalle caratteristiche curiose, come l'Adalatherium hui, un mammifero vissuto sull'isola 66 milioni di anni fa.

Miracoli dell'evoluzione. «La somiglianza tra il Falcatakely e un moderno tucano è inaspettata», sottolinea Alan Turner, uno degli autori dello studio. È un esempio di convergenza evolutiva, quando due organismi non imparentati sviluppano lo stesso tratto in modo indipendente.

Negli uccelli moderni, la parte superiore del becco è costituita da un unico osso, chiamato premaxilla; al contrario, i becchi dei primi uccelli preistorici erano formati da due ossa. Il becco del Falcatakely aveva due ossa, come quello dei suoi simili dell'epoca, ma una forma moderna, a dimostrazione che uccelli lontanamente imparentati possono sviluppare becchi di forme simili a partire da conformazioni ossee totalmente diverse.

8 dicembre 2020 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

ll ritratto, le scoperte, il viaggio sul brigantino Beagle di Charles Darwin, il grande naturalista che riscrisse le leggi della vita e sfidò il pensiero scientifico e religioso del suo tempo. E ancora: la mappa delle isole linguistiche in Italia, per capire dove e perché si parla cimbro, occitano, grecanico o albanese; niente abiti preziosi, gioielli e feste: quando l'ostentazione del lusso era vietata; ritorno a Tientsin, un angolo di Cina “made in Italy”.

ABBONATI A 29,90€

La scienza sta già studiando il futuro di chi abiterà il nostro Pianeta. Le basi lunari e marziane saranno il primo step per poi puntare a viaggi verso stelle così lontane da richiedere equipaggi che forse trascorreranno tutta la vita in astronavi-città. Inoltre: quanto conta il sesso nella vita di coppia; i metodi più efficaci per memorizzare e ricordare; perché dopo il covid l'olfatto e il gusto restano danneggiati. E come sempre l'inserto speciale Focus Domande&Risposte ricco di coriosi quesiti ai quali rispondono studi scientifici.

ABBONATI A 29,90€
Follow us