Animali

Il piano (un altro) per riportare in vita i mammut

Una compagnia di biotecnologie texana vuole de-estinguere il mammut lanoso, scomparso 4mila anni fa, e reintrodurre i primi esemplari in natura entro il 2028.

Colossal Biosciences è il nome di una compagnia di biotecnologie americana, fondata in Texas, che ha un piano ambizioso per la fauna americana, raccontato per la prima volta la scorsa estate in un'intervista al sito IFL Science. È un piano che riguarda il mammut lanoso, la più famosa delle 11 specie estinte di mammut, scomparsa circa 4.000 anni fa e che ora Colossal Biosciences sta tentando di de-estinguere, con l'obiettivo di reintrodurre i primi esemplari in natura entro il 2028.

Il mammut 2.0. Parlare di "de-estinzione" per il progetto di Colossal Biosciences è inesatto: il loro scopo non è quello di riportare in vita il mammut lanoso ma, nelle parole del fondatore Ben Lamm, "creare il mammut 2.0". All'atto pratico questo significa individuare tutti i geni che nel mammut erano legati ad alcune sue caratteristiche specifiche: la forma del cranio, quella delle zanne, la sua pelliccia, oltre a tutti quei meccanismi "invisibili" che rendevano il mammut resistente al freddo della tundra.

Ibrido. Il genoma del mammut verrà poi confrontato con quello dell'elefante asiatico (i due animali ne condividono il 99,6%): sarà proprio un ovulo di quest'ultimo che verrà usato come base per le modifiche genetiche necessarie a produrre un "nuovo mammut".

De-estinzione. Il risultato, quindi, non sarà la resurrezione di Mammuthus primigenius, il mammut lanoso "originale", ma la creazione di un ibrido tra elefante asiatico e mammut che sia resistente al freddo, e che rappresenterà quindi una nuova specie, non una vecchia riportata in vita. Secondo Colossal Biosciences, reintrodurre in natura il mammut lanoso avrà dei benefici anche per l'ambiente, perché brucando e calpestando il terreno gli animali aiuteranno la tundra a prosperare, e incidentalmente a non rilasciare in atmosfera le grandi quantità di CO2 custodite sotto terra.

Cinque anni di tempo. In più, la compagnia spera di sviluppare un vero e proprio kit di de-estinzione, da applicare anche ad altre specie. Il loro non è il primo progetto di questo genere, ma il fatto che si siano posti l'ambizioso obiettivo di far nascere il primo mammut 2.0 entro cinque anni significa che non dovremo aspettare molto per capire se ce l'hanno fatta.

27 novembre 2023 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us