Speciale
Domande e Risposte
Animali

Perché gli uccelli sono più colorati all’Equatore?

L'aveva già detto Charles Darwin e ora un nuovo studio lo conferma: più gli uccelli vivono vicini all'Equatore e più hanno piume colorate.

Che cos'hanno in comune Charles Darwin, Alexander von Humboldt e Alfred Russell Wallace? Probabilmente parecchie cose, ma a noi ne interessa una in particolare: tutti e tre, nel corso dei loro viaggi ai Tropici, notarono quanto gli uccelli locali fossero colorati – molto più colorati di quelli che vedevano a casa loro – e postularono l'esistenza di un legame diretto tra latitudine e varietà cromatica del piumaggio.

La teoria è sempre stata accettata come valida, ma finora nessuno si era premurato di verificarla sperimentalmente; ora a colmare il buco ci ha pensato un gruppo di ricerca dell'università di Sheffield, che ha studiato la relazione tra il colore di più di 4.500 specie di uccelli e il loro "indirizzo" sul Pianeta. I risultati confermano le teorie di Darwin e von Humboldt, e sono pubblicati su Nature.

Quanto sei colorato? Il gruppo inglese, guidato da Christopher Cooney, ha organizzato uno studio che sembra elementare nella sua semplicità. Hanno preso in considerazione 4.500 uccelli passeriformi (su un totale di circa 5.300 specie totali presenti nell'ordine) e hanno associato a ciascuna specie tre fotografie del piumaggio di un esemplare adulto. Poi hanno dato le immagini in pasto a un algoritmo, che ha sfruttato il deep learning per estrapolare i dati sulla colorazione: per ogni uccello, il computer ha individuato 1.500 punti diversi del piumaggio e identificato il loro colore, ottenendo così una rappresentazione estremamente approfondita della varietà cromatica degli uccelli studiati. L'algoritmo ha poi usato questi dati per mettere in ordine di "colorosità" le specie studiate, e confrontare questo indice con la provenienza degli animali.

L'Equatore ha più colore. I risultati confermano in maniera molto chiara tutte le teorie sul legame tra geografia e colori: più ci si avvicina all'Equatore più gli uccelli sono colorati. Il motivo? L'aveva già spiegato Alfred Wallace al tempo: la vegetazione dei tropici è molto più colorata di quella delle latitudini più alte, e gli uccelli locali la sfruttano per mimetizzarsi, e hanno quindi evoluto piumaggi variopinti per adeguarsi allo sfondo.

Gli uccelli che vivono verso i Poli, invece, stanno in zone nelle quali spesso l'inverno è spoglio e privo di alberi, e dove quindi un piumaggio troppo colorato è uno svantaggio ed è meglio puntare sul grigio. Altre scoperte favorite dall'algoritmo sono che gli uccelli più colorati tendono a vivere dove la foresta è più fitta, che anche la dieta influenza il colore del piumaggio, e che essere variopinti in una foresta tropicale altrettanto multicolore non è solo un modo per mimetizzarsi, ma anche per farsi notare dagli altri esemplari della stessa specie.

15 aprile 2022 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us