Animali

Il belcanto dei tarsi dell'isola di Sulawesi

Sull'isola di Sulawesi, in Indonesia, vivono tarsi che improvvisano complicati duetti canori. Ma non sappiamo ancora perché.

Sull'isola di Sulawesi, in Indonesia, e solo lì, vive un animale con uno straordinario talento vocale. Si chiama Tarsius spectrumgurskyae, e come tutti i tarsi è un piccolo primate che vive esclusivamente sulle isole del sudest asiatico. A differenza di altri tarsi, però, quello di Sulawesi ha un'abitudine particolare: ogni mattina si ritrovano sugli alberi dove vivono e si lanciano in complicati duetti canori il cui scopo non ci è ancora noto.

Per provare a vederci (o a sentirci) più chiaro, un team di ricercatori delle università di Sam Ratulangi a Sulawesi e della Cornell a New York ha registrato e analizzato questi duetti, scoprendo che non tutti i performer sono uguali, e che i più bravi potrebbero ottenere dei vantaggi. Lo studio è stato pubblicato su Frontiers in Ecology and Evolution.

Come un soprano. Lo studio è stato condotto nella foresta del Tangkoko National Park di Sulawesi nel corso dei due mesi estivi (luglio e agosto) del 2018: grazie all'uso di registratori portatili ad alta definizione, il team è riuscito a registrare un totale di 50 duetti eseguiti da 14 diverse coppie di tarsi. Le registrazioni sono poi state fatte "passare" da un algoritmo addestrato a riconoscere e classificare non solo le singole note cantate dai tarsi, ma anche la presenza di frasi musicali o altre strutture più complesse.

I risultati sono… operistici: i tarsi cantano utilizzando una tecnica tipica proprio dell'opera e in particolare del belcanto, la cosiddetta coloratura, che come spiega Wikipedia consiste in "vocalizzi su singole sillabe, una successione anche molto lunga di note quasi sempre da eseguirsi con notevole velocità". I tarsi fanno proprio questo, ma non tutti sono capaci di farlo allo stesso modo.

Più veloce o più vario? I tarsi che cantano più lentamente sono in grado di usare, nella loro performance, una gamma più ampia di frequenze, e quindi di variare maggiormente ogni singola nota. Al contrario, quelli che coprono meno frequenze sono però più rapidi nel cantare. Solo pochissimi esemplari eccellono in entrambe le categorie (velocità e varietà): secondo gli autori dello studio, il motivo è che un canto molto rapido e molto variegato è anche molto costoso dal punto di vista energetico, e non tutti gli esemplari possono sostenerlo. Questo potrebbe far supporre che i duetti dei tarsi siano una forma di corteggiamento, e chi canta meglio ha più possibilità di trovare un partner.

Il canto è un'esclusiva? È però solo un'ipotesi, e non l'unica: un'altra spiegazione possibile è che i canti siano un segnale per l'intera colonia, un modo per raccogliere tutti gli individui sullo stesso albero dopo una notte passata nella foresta a cercare cibo. Infine, il fatto che quelli di Sulawesi siano gli unici tarsi a improvvisare duetti ogni mattina (le specie che vivono nel Borneo e nelle Filippine duettano molto più raramente, e in certi casi non lo fanno proprio) potrebbe indicare che questa forma di canto sia stata una loro invenzione, un comportamento esclusivo di una specie che, purtroppo, è in via d'estinzione. Il prossimo passo, spiegano gli autori dello studio, sarà indagare quei "pezzi" di canto che non possiamo sentire, cioè gli ultrasuoni.

25 agosto 2022 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Scipione e Annibale, Mario e Silla, Demostene e Filippo II di Macedonia... I giganti della Storia che hanno passato la loro vita a combattersi, sui campi di battaglia e non solo. E ancora: l'omicidio di Ruggero Pascoli, il padre del famoso poeta, rimasto impunito; il giro del mondo di Magellano e di chi tornò per raccontarlo; la rivoluzione scientifica e sociale della pillola anticoncezionale; nelle prigioni italiane dell'Ottocento; come, e perché, l'Inghilterra iniziò a colonizzare l'Irlanda.

 

ABBONATI A 29,90€

Tigri, orsi, bisonti, leopardi delle nevi e non solo: il ricco ed esclusivo dossier di Focus, realizzato in collaborazione con il Wwf, racconta casi emblematici di animali da salvare. E ancora: come la plastica sta entrando anche nel nostro organismo; che cos’è l’entanglement quantistico; come sfruttare i giacimenti di rifiuti elettronici; i progetti più innovativi per poter catturare l’anidride carbonica presente nell’atmosfera.

ABBONATI A 31,90€
Follow us