Animali

Perché le api muoiono dopo aver punto?

Ecco perché, dopo avere punto il nemico, l'ape muore: un meccanismo che ha le sue ragioni.

Il pungiglione delle api è dotato di piccoli uncini (che, una volta penetrati, lo ancorano alla cute punta) ed è collegato all’apparato digerente dell’insetto. Per questo, quando l’ape vola via dopo aver punto, il pungiglione resta ancorato alla pelle assieme alla parte terminale dell’apparato digerente. E l’ape muore.

NEMICO AL TAPPETO. Il pungiglione, conficcato nella pelle, continua però a esercitare la sua azione: infatti la muscolatura che sta attorno alle ghiandole velenifere continua a contrarsi, iniettando veleno anche dopo che l’insetto si è distaccato. Questo fa sì che chi è stato punto sia messo “fuori gioco” per un periodo più lungo.

Tutto ciò ha un senso dal punto di vista evolutivo: a pungere infatti sono le api operaie, che non possono riprodursi (compito che negli alveari è affidato alla regina e ai fuchi). Fra i doveri principali delle api operaie c’è invece la difesa dell’intera comunità, che è certamente molto più efficace se con una sola puntura si riesce a mettere il nemico ko.

15 aprile 2015
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Chi erano i gladiatori? Davvero lottavano sempre all’ultimo sangue? Con quali armi e tecniche combattevano? Perché gli imperatori investivano una fortuna sui loro spettacoli di morte? Entriamo negli anfiteatri della Roma imperiale per conoscere da vicino gli atleti più famosi dell’antichità. E ancora: come la moda del Novecento ha ridato la libertà alle donne; alla scoperta di Monte Verità, la colonia sul lago Maggiore paradiso di vegani e nudisti; i conflitti scoppiati per i motivi più stupidi; la guerra al vaccino antivaiolo dei primi no vax; le Repubbliche Sorelle.

ABBONATI A 29,90€
Focus e il WWF festeggiano insieme il compleanno: Focus è in edicola da 30 anni e il WWF si batte da 60 per la difesa della natura e degli ecosistemi. Insieme al WWF, Focus è andato nelle riserve naturali e nei luoghi selvatici del mondo per scoprire come lavorano i loro ricercatori e volontari per aiutare la Terra e i suoi abitanti. Inoltre: perché i cicloni sono sempre più violenti; perché la miopia sta diventando un'emergenza globale; come sarebbero gli alieni (se esistessero).
ABBONATI A 29,90€
Follow us