Ambiente

Perché i panda hanno quelle macchie?

Le chiazze bianche e nere sulla pelliccia dei rari mammiferi hanno scopi precisi e distinti tra loro, che hanno a che fare sia con i predatori, sia con alcune necessità comunicative.

Sono tra i tratti più distintivi del mondo animale, ma a cosa servono, di preciso, le macchie del panda gigante (Ailuropoda melanoleuca)? Lo stesso gruppo di ricerca che tempo fa indagò sulla funzione delle strisce delle zebre ha ora risposto in modo esaustivo anche a questa domanda. Le chiazze bianche e nere sulla pelliccia di questi animali hanno due scopi in particolare: mimetismo e comunicazione.

Lavoro certosino. I ricercatori di due diverse università californiane guidati dal celebre zoologo Tim Caro ci sono arrivati confrontando il pelo di questi mammiferi con le macchie scure e chiare di altri 195 carnivori terrestri e 39 sottospecie di orsi, con i quali il panda gigante è imparentato.

Praticamente invisibili. Hanno così escluso che le macchie possano servire a regolare la temperatura corporea o ridurre l'abbaglio del sole. Piuttosto, hanno trovato una relazione tra colori chiari e copertura nevosa dell'habitat. Le aree bianche su collo, viso, ventre e dorso servirebbero quindi a mimetizzarsi nella neve; quelle scure sulle zampe, a camuffarsi nell'ombra del fogliame.

Sempre a caccia di cibo. Il pelo del panda è frutto di una sorta di compromesso dovuto alla dieta ipocalorica: il bambù non consente di incamerare abbastanza grasso da andare in letargo, e il panda è costretto a restare attivo tutto l'anno, in habitat che spaziano dalle montagne innevate alle foreste tropicali.

Messaggi non verbali. Le macchie sul volto hanno invece funzioni comunicative. Le orecchie scure incutono un senso di timore nei predatori, mentre le chiazze attorno agli occhi servirebbero a riconoscersi tra panda o a trasmettere aggressività prima di uno scontro.

Altri studi hanno infatti dimostrato che i panda sono in grado di ricordare forma e dimensioni di queste macchie, che variano da esemplare ed esemplare; che le possono far sembrare più grandi, quando spalancano gli occhi davanti a un avversario; e che se non vogliono incutere paura, le coprono con le zampe.

6 marzo 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Ascesa e declino di Sparta, la polis greca che dominò il Peloponneso con la sua incredibile forza militare e un'organizzazione sociale che forgiava soldati e cittadini pronti a tutto. Perché Beethoven cambiò per sempre il mondo della musica; gli esordi dell'Aids, l'epidemia che segnò un'epoca.

ABBONATI A 29,90€
Questo numero di Focus è speciale perchè l'astronauta dell'Esa Luca Parmitano ci ha affiancato per realizzare un giornale dedicato alle frontiere della scienza, dalla caccia agli esopianeti alla lotta contro il coronavirus fino agli organi stampati in 3d. Grazie Luca per i tuoi consigli e suggerimenti!
ABBONATI A 29,90€

Cosa posso comprare nel mondo con un euro? Perché i crackers hanno i buchi? Dove vanno i gatti quando spariscono da casa? Quanto può dormire un batterio? Correre una maratona fa ringiovanire? Con Focus D&R trovi più di 250 risposte rigorosamente scientifiche alle domande più curiose, divertenti e (anche) un po' folli che potresti mai immaginare.

 

 

ABBONATI A 14,90€
Follow us