Animali

Perché i cani scodinzolano così tanto?

Felicità, paura, nervosismo... I cani usano la coda per comunicare più di qualsiasi altro mammifero: potrebbe essere un tratto selezionato dall'uomo.

I cani hanno una vasta gamma di modalità espressive, che nel corso di migliaia di anni di domesticazione noi umani abbiamo imparato a riconoscere e interpretare: abbiano, muovono le orecchie, usano gli occhi… e ovviamente scodinzolano, e più in generale usano la coda per comunicare felicità, ma anche nervosismo o paura. Lo fanno molto di più di quanto lo facciano i loro parenti più prossimi, cioè i lupi, e più di qualsiasi altro mammifero: questa centralità della coda nella comunicazione canina ha spinto un gruppo di ricerca del Max Planck Institute for Psycholinguistics di Nijmegen, in Olanda, a pubblicare su Biology Letters uno studio intitolato "Perché i cani scodinzolano?", che passa in rassegna le possibili origini di questa abitudine, e suggerisce che possa essere nata grazie alla selezione umana.

La coda dei cani è un linguaggio. Come detto, lo scodinzolìo è per i cani un linguaggio a parte, con una vasta gamma espressiva. I cani agitano la coda quando sono felici, per esempio quando vedono il loro padrone, e in questo caso la muovono in senso orario. Al contrario, quando si sentono in pericolo e vogliono allontanarsi dalla fonte scodinzolano in senso antiorario. In più, studi precedenti (che vengono analizzati nel lavoro in questione, e usati come base per formulare alcune teorie) hanno dimostrato che un cane allevato da un umano scodinzola molto di più di quanto faccia un cucciolo di lupo sempre cresciuto in cattività, a dimostrazione che questo gesto è tipico dei cani in particolare. Che si sarebbero quindi "inventati" lo scodinzolìo costante in qualche momento compreso tra i 50.000 e i 15.000 anni fa, quando abbiamo cominciato il processo di domesticazione: non sarebbe l'unico caso di comportamento insorto in seguito al contatto prolungato con noi umani.

Caso o selezione? Secondo lo studio, sarebbe stata proprio la domesticazione la principale responsabile della nascita dello scodinzolìo nei cani. Un'ipotesi è che si tratti di un effetto collaterale del processo: selezionando i cuccioli per la loro docilità o per il loro buon carattere, abbiamo involontariamente scelto quelli che usavano di più la coda. Un'altra ipotesi, più affascinante, è che il gesto sia stato invece selezionato direttamente: attirati come siamo dai movimenti ritmici, abbiamo trovato lo scodinzolìo piacevole fin da subito, e abbiamo (più o meno consciamente) selezionato esemplari che si esprimevano in questo modo, arrivando nel corso dei millenni a rendere questo comportamento ubiquo in tutti i cani.

Lo studio propone questa spiegazione come teoria, basata su lavori precedenti e che necessita di venire supportata da risultati più concreti: l'invito del team è di intensificare gli studi su come i cani muovono la coda, perché potrebbero dirci molto sul rapporto ormai millenario tra noi e i nostri "migliori amici".

21 gennaio 2024 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us