Animali

Il parassita che fa morire di fame le tarantole

Un verme parassita, a cui è stato dato il nome di un attore di Holliwood, colpisce le tarantole, modificandone il comportamento fino a farle morire di fame.

Alcune delle storie più spaventose del mondo animale sono legate ai parassiti, e ai modi che hanno inventato per sfruttare altri organismi a proprio vantaggio. Probabilmente vi sarà già capitato di sentire parlare del parassita che trasforma le sue vittime in zombi, e magari conoscete anche la storia di quello che attacca certi gamberetti rendendoli feroci cannibali.

Dal cinema... Ora un gruppo di ricercatori della U.C. Riverside, in California, ha identificato un nuovo parassita che colpisce esclusivamente le tarantole, influenzando il modo in cui si muovono e mangiano e portandole, nel giro di poco tempo, a morire di fame. Il nematode, il cui nome è un omaggio a un attore americano, è descritto in uno studio pubblicato su Journal of Parasitology.

L'attore in questione è Jeff Daniels, apprezzato e pluripremiato, oltre che protagonista, nel 1990, di Aracnofobia, una commedia horror nella quale una piccola città della California viene invasa da ragni giganti. Le tarantole sulle quali è stato scoperto il parassita non sono giganti, ma perfettamente normali, e non sono state trovate in natura: apprtengono a un allevatore che già nel 2018 contattò gli esperti dell'università di Riverside per segnalare loro un grande numero di morti sospette tra i suoi animali.

Che strano. Gli esemplari colpiti dalla misteriosa malattia si comportavano in modo strano: camminavano sulle punte delle zampe, come se non volessero fare rumore, e non mangiavano. Non perché non avessero fame, ma perché avevano perso il controllo dei muscoli delle mascelle: analizzando i cadaveri, i ricercatori hanno notato che avevano tutti una strana sostanza biancastra intorno alla bocca. Un'analisi più approfondita ha rivelato che questa sostanza non era altro che un fascio di parassiti.

I parassiti, il cui nome completo è Tarantobelus jeffdanielsi, sono una delle 25.000 specie conosciute di vermi nematodi: molte di queste sono parassite, ma il Tarantobelus è solo la seconda (per quanto ne sappiamo) che infetta specificamente le tarantole. Gli studi condotti sui parassiti negli anni successivi alla loro scoperta hanno dimostrato che vivono circa 11 giorni in condizioni di laboratorio, ma la loro sopravvivenza in natura potrebbe essere più lunga: una volta che hanno preso residenza nella bocca di una tarantola possono restarci anche mesi, perché i ragni mangiano molto raramente e ci vuole tempo perché sentano gli effetti della fame. Un altro dettaglio è che il Tarantobelus attacca solo ed esclusivamente la bocca delle tarantole: anche in un animale all'ultimo stadio di infezione, il resto del corpo rimane intatto.

E "lui" che dice? Per quel che riguarda invece l'opinione di Jeff Daniels, che ha visto il suo nome associato a un orrore parassita, le sue parole sono state le seguenti: «Per me è un onore. E come tutti sanno, non puoi dire di avercela fatta a Hollywood finché i parassitologi non riconoscono la tua esistenza».

23 febbraio 2022 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us