Animali

L'origine delle api da miele

Le api da miele comparvero in Asia 7 milioni di anni fa: poi l'evoluzione le adattò ai diversi ambienti del mondo, favorendo però i tratti delle operaie.

L'ape europea (Apis mellifera), o ape da miele, è la specie di ape più diffusa al mondo: da dove arriva? Qual è la sua origine? Sono diversi gli studi dedicati a questo fondamentale impollinatore, ma ora un lavoro pubblicato su Science Advances sembra avere le risposte. L'A. mellifera si sarebbe evoluta per la prima volta in Asia occidentale sette milioni di anni fa, prima di diffondersi un milione di anni dopo in Africa ed Europa dando vita a 27 sottospecie, oggi presenti in ogni continente eccetto l'Antartide.

Poco in comune. Per arrivare a queste conclusioni gli studiosi hanno confrontato i genomi di 251 api europee, appartenenti a 18 sottospecie diverse diffuse in Europa, Asia e Africa. L'analisi ha rivelato che ogni sottospecie condivide 145 geni con tutte le altre - un numero esiguo considerato che il genoma dell'A. mellifera è composto da circa 12.000 geni in totale: questi 145 geni sono il motore delle mutazioni che hanno permesso l'evoluzione e l'adattamento di ogni singola specie ai diversi habitat e stili di vita. «Scoprire che il numero di geni coinvolto nell'adattamento delle api da miele era così basso è stata una sorpresa», afferma Amro Zayed, uno degli autori dello studio.

Priorità a chi lavora. Ma ciò che ha stupito ancora di più i ricercatori è il fatto che questi 145 geni fossero tutti connessi alla morfologia e al comportamento delle api operaie (come la difesa della colonia, l'immunità sociale e la produzione di miele e pappa reale), non delle api regine: «Un set base di geni ha permesso alle api da miele di adattarsi a diverse condizioni ambientali, regolando il comportamento della colonia e delle operaie», spiega Kathleen Dogantzis, coordinatrice dello studio. Secondo Pilar de La Rúa (Università di Murcia), la selezione naturale avrebbe favorito le api operaie per il bene dell'alveare, e questo è l'ennesimo esempio dell'altruismo intrinseco di questi impollinatori.

18 dicembre 2021 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us