Ocean Art Competition, ritratti dal fondo del mare

Danze di corteggiamento, giganti gentili, crostacei di porcellana: gli scatti premiati dal prestigioso concorso di fotografia sottomarina, quest'anno alla settima edizione.

fp0hcoc8
Secondo posto nella categoria Supermacro per lo scatto di un piccolo crostaceo della famiglia dei Porcellanidae, così chiamata perché i suoi membri perdono facilmente un arto, se attaccati. Il corpo dell'animaletto è stato ruotato in fase di post produzione.|Wayne Jones / Ocean Art Competition 2018

Ci sono angoli di Marte che conosciamo meglio degli oceani terrestri: per questo alcuni scatti che provengono dal fondo del mare sembrano metterci di fronte a creature dall'aspetto alieno. Scorrendo questa selezione fotografica degli scatti vincitori della 2018 Ocean Art Underwater Photo Competition, troverete ritratti intensi di creature che sembrano in posa e di altre per nulla preparate a fare da soggetto; curiosi comportamenti di cura, gioco e corteggiamento; dettagli delicati apprezzabili grazie a sofisticate tecniche di macro e incontri ravvicinati con alcuni giganti del mare.

 

Alla competizione, che include 16 diverse categorie, hanno partecipato fotografi subacquei provenienti da 70 Paesi diversi, che si sono contesi premi per un valore totale di 80 mila euro. In questa pagina potete ammirare una decina tra gli scatti più belli. 

 

Ocean Art Competition, Mobula japanica, diavoli di mare
Vincitore assoluto con il premio Best in Show è questo scatto della danza di corteggiamento tra tre diavoli di mare dalla coda spinosa (Mobula japanica), un pesce cartilagineo imparentato con razze e squali. Nella foto catturata nella Honda Bay, a Palawan, Filippine, due maschi provano ad attirare l'attenzione di una femmina con un ballo sfrenato. L'interesse della foto non è solo estetico. Questi giganti dei mari, che possono raggiungere un'apertura alare di 5 metri, sono anche a rischio estinzione a causa delle catture accidentali nelle reti a strascico. L'immagine ha dunque anche un importante significato scientifico. | Duncan Murrell / Ocean Art Competition 2018

 

Ocean Art Competition, Megaptera novaeangliae, megattera
Il primo posto nella categoria Grandangolo è andato a questa foto di una megattera (Megaptera novaeangliae) vista di spalle, mentre si riposa dopo aver dato alla luce il suo piccolo al largo dell'Isola di Reunion, Oceano Indiano. Il fotografo e un suo amico sono riusciti ad avvicinarsi al cetaceo, che riposava 15 metri più in basso del cucciolo, mentre la luce naturale illuminava la scena. | François Baelen / Ocean Art Competition 2018

 

Ocean Art Competition, Phycocaris simulans, gambero alga
Ci volevano lenti supermacro per catturare la bellezza di questo gamberetto "peloso" o gambero alga (Phycocaris simulans) fotografato nelle acque di Kuala Lumpur, Malesia. Lo scatto, vincitore appunto della categoria Supermacro, è anche un premio alla pazienza: oltre ad essere molto piccoli (5 mm al massimo) questi gamberetti hanno l'abitudine di saltellare da un punto all'altro mentre i fotografi provano a ritrarli. | Edison So / Ocean Art Competition 2018

 

Ocean Art Competition, Hydrolagus colliei, chimera elefante
Il ritratto più intenso è quello di una chimera elefante (Hydrolagus colliei), un pesce che predilige le acque fredde del Pacifico nordorientale, tra i 50 e i 400 metri di profondità. Si porta vicino alla superficie in primavera e autunno, ed è in una di queste occasioni che il fotografo ne ha colto l'espressione indecifrabile. Lo scatto è stato realizzato al largo di Hurst Island, nella British Columbia canadese. | Claudio Zori / Ocean Art Competition 2018

 

Ocean Art Competition, Crocodylus acutus, coccodrillo americano
Dietro a questo scatto, secondo classificato nella categoria Ritratti, c'è una storia di scampato pericolo. Il coccodrillo americano che vedete (Crocodylus acutus) nelle acque fangose di Banco Chinchorro, Messico, stava per attaccare il partner di immersione della fotografa, privo di una telecamera da usare come barriera e dunque più vulnerabile. Christina Barringer si è messa di mezzo usando la fotocamera come scudo: e mentre salvava la pelle al suo amico, ha scattato questa foto. | Christina Barringer / Ocean Art Competition 2018

 

Ocean Art Competition, Ancistricheirus lesseurii, calamaro
Il fotografo vincitore della categoria Macro è rimasto ipnotizzato dalle macchie di questo piccolo calamaro (Ancistricheirus lesseurii) mentre notava nelle acque di Kona, isole Hawaii. Per ritrarne dettagli e colori è sceso fino a 24 metri, per poi lasciare andare il suo modello in santa pace, nelle profondità degli abissi. | Jeff Milisen / Ocean Art Competition 2018

 

Ocean Art Competition, Halichoerus grypus, foca grigia
Le buffe smorfie di una foca grigia (Halichoerus grypus) hanno conquistato il primo premio nella categoria dedicata alle foto in acque fredde. | Greg Lecoeur / Ocean Art Competition 2018

 

Ocean Art Competition, Amphiprion clarkii, pesce pagliaccio
L'amore paterno di questo pesce pagliaccio di Clark (Amphiprion clarkii) è tutto nella cura con cui ossigena le uova contenenti i suoi piccoli. Le coppie di futuri genitori nuotano continuamente accanto alla nidiata per creare ossigeno per i piccoli. La foto è stata realizzata nell'isola di Amami Oshima, in Giappone. Vincitore della categoria Mirrorless Behaviour (un comportamento che rispecchia quello umano). | Fabrice Dudenhofer / Ocean Art Competition 2018

 

Ocean Art Competition,  lumaca di mare, nudibranco
Primo posto nella categoria Underwater Art per un nudibranco fotografato in acque indonesiane. Il corpo gelatinoso di queste lumache di mare è decorato con colori brillanti, un particolare che le rende estremamente fotogeniche. | Bruno Van Saen / Ocean Art Competition 2018

 

03 Febbraio 2019 | Elisabetta Intini