Animali

Mimetismo animale: il pesce è invisibile in due secondi

Vedo, non vedo: questo Monacanthus tuckeri è un mago del mimetismo e riesce a confondersi tra i coralli in pochi secondi, sorprendendo anche i ricercatori.

Due secondi. Tanto serve a un Monacanthus tuckeri per camuffarsi tra i coralli e difendersi dai predatori mentre cerca piccoli crostacei e zooplankton di cui cibarsi. Un'équipe di biologi della Brown University di Providence (Stati Uniti) ha raccolto fotografie e filmati sulla barriera corallina delle isole Cayman per studiare il modo in cui si mimetizza questo abilissimo pesce. Il loro studio è stato pubblicato sul Biological Journal of the Linnean Society.

Illusioni ottiche. Il Monacanthus tuckeri osserva ciò che lo circonda raccogliendo preziose informazioni, mentre il suo cervello invia segnali alle cellule che contengono pigmenti. Questi ultimi vengono ridistribuiti sulla superficie del corpo in modo da ricreare i pattern dell'ambiente circostante.

In particolare, il pesce è in grado di confondere così bene i suoi contorni da rendersi quasi completamente invisibile, come si può osservare da questa fotografia:

Il pesce c'è, ma non si vede. © Justine Allen/Marine Biological Laboratory/Brown University

Concentrando, per esempio, i suoi pigmenti in una linea longitudinale, può creare l'illusione che il suo corpo abbia una forma diversa, o finisca in un altro punto. La sua pelle ha anche piccole protuberanze che rendono i bordi ancora più confusi, rendendosi irriconoscibile ai predatori e anche all'occhio umano.

La velocità di mimetizzazione di questi pesci ha stupito infatti anche i ricercatori, tra cui Justine Allen. «È stato incredibile guardare questo animale muoversi tra un corallo e l'altro e cambiare sembianze così rapidamente» ha detto la biologa al NewScientist.

22 giugno 2015 Sara Zapponi
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us