Focus

Mi prendi in braccio?

I cuccioli di uomo e di scimmia lo chiedono allo stesso modo: uno scimpanzé, una bimba e un bonobo si esprimono con gesti molto simili.

baby-chimp-611
Il modo di interagire di questo cucciolo di scimpanzé con la madre non è molto diverso da quello di un bebé con i genitori. Photo credit: Rennett Stowe, Flickr |

Prima che lo sviluppo del linguaggio intervenga cambiando il loro modo di comunicare, i bambini si esprimono con gesti non molto diversi da quelli utilizzati dalle grandi scimmie. È la conclusione a cui sono arrivati i ricercatori della University of California, Los Angeles, confrontando la gestualità di una bambina con quella di cuccioli di bonobo e scimpanzé della stessa età.

Ha il piede da scimpanzé una persona su 13

 

L'esperimento ha coinvolto una bambina, filmata in alcune situazioni comunicative tra gli 11 e i 18 mesi di vita, uno scimpanzé di nome Panpanzee e un bonobo chiamato Panbanisha. Le due scimmie, allevate presso il Language Research Center della Georgia State University di Atlanta, sono state seguite dai 12 ai 26 mesi di età.
Tutti i soggetti hanno ricevuto un'educazione alla comunicazione: la piccola dai genitori che le hanno insegnato a parlare, i primati dagli etologi che li hanno addestrati a utilizzare gesti, rumori e simboli astratti - i cosiddetti "lessigrammi" - per farsi capire.

In quale lingua piangono i bambini?
Così impariamo a parlare, nei primi 3 anni

I ricercatori hanno comparato i filmati dei tre cuccioli: nella prima parte dello studio, sia la bimba, sia i primati hanno espresso le proprie necessità stabilendo un contatto visivo con gli educatori e indicando con braccia e mani gli oggetti o le persone che volevano raggiungere; tutti e tre hanno più volte alzato le braccia indicando, alla stessa maniera, che volevano essere sollevati.

Questi gesti, che sembrano innati in tutte e tre le specie, sono precedenti allo sviluppo del linguaggio: nella seconda fase dello studio infatti, la bambina ha aumentato le parole utilizzate preferendole ai gesti nella comunicazione, mentre le scimmie hanno potenziato l'uso dei lessigrammi. I gesti in comune con le grandi scimmie potrebbero risalire a un comune antenato vissuto tra i 4 e i 7 milioni di anni fa; le specie si sarebbero quindi differenziate e l'uomo avrebbe sviluppato eccezionali capacità verbali.

Ti potrebbero interessare anche:

Gli scimpanzé sanno "leggere nel pensiero" dei loro simili
Anche le scimmie sanno leggere (quasi)
Le differenze di vicinato tra scimpanzé
Il maschio alfa? Gli scimpanzé gli sbadigliano in faccia

 

11 giugno 2013 | Elisabetta Intini