Animali

I segreti della medusa che non muore mai

Nei geni della medusa T. dohrnii c'è la chiave dell'eterna giovinezza: anziché morire l'animale regredisce infinite volte alle fasi di vita iniziali.

Una medusa che potrebbe virtualmente sopravvivere in eterno (se non venisse quasi sempre mangiata prima) inizia a svelare al mondo la ricetta per non morire di vecchiaia. La Turritopsis dohrnii, conosciuta agli appassionati del genere come "medusa Benjamin Button", possiede in doppia copia i geni che proteggono e riparano il Dna: l'ha scoperto un team di biologi dell'Università di Oviedo, in Spagna, confrontando il suo codice genetico con quello di una specie vicina. La ricerca è stata pubblicata su PNAS.

Ciclo vitale. Le meduse cominciano le loro vite sotto forma di larve che vagano trasportate dall'acqua finché non trovano un supporto roccioso al quale ancorarsi. A questo punto avviene la metamorfosi in polipi (da non confondere con i polpi), colonie di cloni che si riproducono rapidamente in modo asessuato tramite gemmazione: ogni individuo ne genera un altro limitrofo e identico a sé.

Alcuni tipi di polipi sono in grado di produrre, in particolari condizioni, baby-meduse che abbandonano la colonia e iniziano una loro vita autonoma. Sono le meduse che di solito incontriamo nei nostri mari, che si riproducono per via sessuata, attraverso fecondazione esterna rilasciando gameti nell'ambiente marino.

Ricomincio da capo. Di solito è in questa fase adulta che le meduse invecchiano, e muoiono. Ma non la T. dohrnii. Quando è ferita o le condizioni ambientali sono difficili - insomma quando sta per morire - questa medusa dalle mille risorse si abbandona sul fondale e inizia uno strano decadimento. Le sue cellule si riaggregano in un ammasso amorfo, si riattaccano a un substrato roccioso e ridiventano polipi, pronti a trasformarsi in nuove meduse. È un nuovo inizio, una regressione a una fase di immaturità sessuale.

Più a fondo. Questa capacità è nota dalla fine degli anni Ottanta. Ora però Maria Pascual-Torner e i colleghi spagnoli hanno cercato nel Dna le risposte alla fontana di eterna giovinezza. Hanno sequenziato quello della T. dohrnii e l'hanno confrontato con quello di una medusa a essa imparentata - ma mortale - la Turritopsis rubra.

I duplicati dei geni associati alla riparazione e alla protezione del Dna permettono alla T. dohrnii di produrre maggiori quantità di proteine protettive e "ristrutturanti". Altre mutazioni peculiari consentono alla medusa di arrestare la divisione cellulare ed evitare che i telomeri (le porzioni di DNA che si trovano alla fine di ogni cromosoma e che impediscono all'elica di sfibrarsi) si degradino. La degenerazione dei telomeri è una delle ragioni dell'invecchiamento del metabolismo dei viventi.

Dicci come fai! Ma non è finita. Durante la metamorfosi che la riporta allo stadio di polipo, la medusa T. dohrnii è capace di silenziare i geni implicati nella maturazione cellulare, così da riportare le cellule a uno stato primordiale, e di attivarne altri che permettono alle cellule nascenti di specializzarsi di nuovo, quando dal polipo si staccherà una nuova medusa.

Lo studio di geni equivalenti nell'uomo o nei topi potrebbe offrire informazioni importanti sull'invecchiamento e sulle malattie a esso legato, come il cancro o le patologie neurodegenerative.

3 settembre 2022 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us