Animali

Alcuni macachi usano i sassi come sex toys

In Indonesia alcuni macachi (sia maschi, sia femmine) sono stati osservati mentre usavano sassi per compiere atti di autoerotismo.

Preparatevi ad aggiungere un'altra voce all'elenco delle attività umane che non abbiamo in realtà inventato noi, ma abbiamo copiato da qualche altra animale. Nello specifico parliamo dell'autoerotismo e soprattutto dell'uso di sex toys, cioè di strumenti utilizzati specificamente per provocarsi piacere fisico. Che non è un'esclusiva umana: a Bali, nel Sacred Monkey Forest Sanctuary, un gruppo di ricercatori dell'università di Lethbridge, in Canada, ha osservato un branco di macachi intenti a usare dei sassi per masturbarsi. Lo studio che racconta questa scoperta a luci rosse è stato pubblicato su Ethology: International Journal of Behavioural Biology.

I sassi di Bali. Non è la prima volta che i macachi di Bali, in Indonesia, vengono osservati mentre si dedicano all'autoerotismo: già due anni fa era stato pubblicato uno studio che indirizzava l'attenzione verso questo comportamento. Il team canadese ha deciso di approfondire queste prime osservazioni, studiando le abitudini di un gruppo di macachi di Giava (Macaca fascicularis), composto da quasi 1.000 individui, divisi in sette popolazioni diverse. La ricerca ha dimostrato innanzitutto che moltissimi macachi, sia maschi sia femmine, usano i sassi a scopo autoerotico, sfregandoli contro la zona pelvica; che si tratti di un gesto di natura sessuale è dimostrato dal fatto che i maschi che si masturbano hanno erezioni molto evidenti (è più difficile dimostrarlo per le femmine, ma è ancora più difficile pensare che per loro abbia un altro scopo).

Prima per gioco, poi per cibo. Non solo: i macachi maschi tendono ad aumentare la frequenza di questo comportamento quando si trovano in presenza di femmine in atteggiamento erotico (che, per esempio, mostrano i genitali ai maschi per attirarli). Anche le femmine usano i sassi, seppur con meno frequenza; un'analisi degli strumenti utilizzati ha rivelato che preferiscono quelli spigolosi a quelli lisci, una considerazione che corrobora l'idea che questi strumenti siano veri e propri sex toys. Quello che ancora non sappiamo, e che sarà interessante studiare, è come i macachi abbiano sviluppato questo comportamento: hanno prima imparato a usare strumenti per scopi pratici e solo in seguito hanno realizzato che li si poteva sfruttare anche per provocarsi piacere? Oppure, come suggerisce lo studio, hanno cominciato a usare strumenti per diletto e solo dopo ne hanno scoperto i vantaggi pratici (per esempio nel procurarsi il cibo)?

28 agosto 2022 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us