Animali

Lo scimpanzé è un uomo; o il contrario

Una nuova analisi del Dna di uomini e scimmie rivoluziona la classificazione. E se gli scimpanzé fossero ''uomini''?

Lo scimpanzé è un uomo; o il contrario
Una nuova analisi del Dna di uomini e scimmie rivoluziona la classificazione. E se gli scimpanzé fossero ''uomini''?

Forse i tentativi di insegnare qualcosa agli scimpanzé (qui la studiosa Sue Savage-Rumbaugh) non sono del tutto inutili.
Forse i tentativi di insegnare qualcosa agli scimpanzé (qui la studiosa Sue Savage-Rumbaugh) non sono del tutto inutili.

Con una ricerca destinata a suscitare clamore, alcuni ricercatori statunitensi hanno esaminato un centinaio di geni di uomini, di alcune specie di scimmie antropomorfe e di altri animali. La loro conclusione è che l'uomo e lo scimpanzé sono estremamente vicini dal punto di vista del Dna, e condividono un'altissima percentuale del loro patrimonio genetico.
La verità dei geni. I geni esaminati, a differenza di altri studi, sono solo quelli codificanti, cioè tratti di Dna che portano alla produzione di proteine. È la “distanza” genetica tra le tre specie (classificate finora come Homo sapiens - l'uomo, Pan troglodytes - lo scimpanzé comune, e Pan paniscus - il bonobo) è così limitata che i ricercatori dell'università di Detroit ritengono che esse vadano poste nello stesso genere, Homo, il primo descritto da Linneo.
Anche perché, fanno notare, le regole della classificazione zoologica impongono che due specie che hanno lo stesso antenato comune siano poste nello stesso genere. Ed è proprio questo il caso dell'uomo e delle due specie di scimpanzé. Il loro antenato risale a circa 6 milioni di anni fa, ed è diverso da quello che ha dato origine ai gorilla e, ancora prima, agli oranghi.
Un futuro per le scimmie? Anche se dal punto di vista della vita “normale” di uomini e scimpanzé probabilmente non cambierà nulla (i primi continueranno a massacrare i secondi e forse li faranno estinguere a breve) la proposta è interessante; secondo i ricercatori mette infatti sullo stesso piano due specie finora divise da un solco che essi pensano sia derivato da un concetto errato, quello della grande catena dell'essere. Per il quale l'uomo è la specie più evoluta, e tutte le altre sono scalini inferiori di una scala evolutiva.

(Notizia aggiornata al 20 maggio 2003)

19 maggio 2003
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cent'anni fa, la scoperta del secolo: la tomba di Tutankhamon – l'unica ritrovata intatta nella Valle dei Re - svelò i suoi tesori riempendo di meraviglia gli occhi di Howard Carter prima, del mondo intero poi. Alle sepolture più spettacolari di ogni epoca è dedicato il primo piano di Focus Storia. E ancora: la guerra di Rachel Carson, la scienziata-scrittrice pioniera dell'ambientalismo; i ragazzi italiani assoldati nella Legione Straniera e mandati a morire in Indocina; Luigi Ferri, uno dei pochi bambini sopravvissuti ad Auschwitz, dopo lunghi anni di silenzio, si racconta.

ABBONATI A 29,90€

L'amore ha una scadenza? La scienza indaga: l’innamoramento può proseguire per tre anni. Ma la fase successiva (se ci si arriva) può continuare anche tutta la vita. E l'AI può dirci quanto. E ancora, Covid: siamo nel passaggio dalla fase di pandemia a quella endemica; le storie geologiche delle nostre spiagge; i nuovi progetti per proteggere le aree marine; tutti i numeri dei ghiacciai del mondo che stanno fondendo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us