Animali

Lo scheletro di Nessie? No, è un plesiosauro

Un fossile del Giurassico ritrovato per caso sulle rive di Loch Ness. C'è chi grida alla prova dell'esistenza del mostro, ma per i paleontologi è soltanto un plesiosauro.

Lo scheletro di Nessie? No, è un plesiosauro
Un fossile del Giurassico ritrovato per caso sulle rive di Loch Ness. C'è chi grida alla prova dell'esistenza del mostro, ma per i paleontologi è soltanto un plesiosauro.

Il Plesiosaurus era un rettile marino dalla piccola testa che si cibava di pesci. Si pensa che venisse a riva per deporre le uova.
Il Plesiosaurus era un rettile marino dalla piccola testa che si cibava di pesci. Si pensa che venisse a riva per deporre le uova.

Un pensionato che non guarda dove mette i piedi, una pietra che spunta dal terreno ed ecco aggiungersi un altro tassello al puzzle del mistero del “mostro di Loch Ness”.
Gerald McSorley, di Stirling, in Scozia, stava facendo una passeggiata lungo le sponde del famoso lago quando è letteralmente "inciampato" in quello che poi è risultato essere un reperto fossile di 150 milioni di anni fa. Si tratta di quattro vertebre di grosse dimensioni, complete di midollo spinale e vasi sanguigni, perfettamente conservate in un blocco di calcare, che gli esperti ritengono possano essere di un “plesiosauro”, un rettile marino carnivoro dal lungo collo che popolava gli oceani durante i periodi Giurassico e Cretaceo.
Conclusioni avventate. Vista la somiglianza con l'immagine che la tradizione popolare offre della creatura che vivrebbe nel lago, i sostenitori di “Nessie” hanno accolto con entusiasmo la notizia del ritrovamento, ma il paleontologo Lyall Anderson, del National Museum di Edimburgo, getta acqua sul fuoco. «Il reperto ha 150 milioni di anni, mentre il Loch Ness “solo” 12 mila, per cui è ragionevole supporre che il fossile non si sia formato dove è stato rinvenuto, ma che sia stato trascinato a valle dai ghiacciai che hanno dato origine al lago».

(Notizia aggiornata al 28 luglio 2003)

25 luglio 2003
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Settant’anni fa agli italiani arrivò un regalo inaspettato: la televisione. Quell’apparecchio – che pochi potevano comprare e quindi si vedeva tutti insieme – portò con sè altri doni: una lingua in comune, l’intrattenimento garantito, le informazioni da tutto il mondo. Una vera rivoluzione culturale e sociale di cui la Rai fu indiscussa protagonista. E ancora: i primi passi della Nato; i gemelli nel mito e nella società; la vita travagliata, e la morte misteriosa, di Andrea Palladio; quando, come e perché è nato il razzismo; la routine di bellezza delle antiche romane.

ABBONATI A 29,90€

I gemelli digitali della Terra serviranno a simularne il futuro indicando gli interventi più adatti per prevenirne i rischi ambientali. E ancora, le due facce dell’aggressività nella storia dell’evoluzione umana; com’è la vita di una persona che soffre di balbuzie; tutti gli strumenti che usiamo per ascoltare le invisibili onde gravitazionali che vengono dall’alba dell’universo; le pillole intelligenti" che dispensano farmaci e monitorano la salute del corpo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us