Animali

Le formiche del deserto costruiscono le loro "pietre miliari" per orientarsi

In assenza di punti di riferimento nel paesaggio le formiche del deserto se li costruiscono da sole, in modo da orientarsi e ritrovare il nido.

Abbiamo scoperto di recente un nuovo metodo elaborato per studiare gli spostamenti delle formiche del deserto, che a differenza delle loro simili navigano il proprio ambiente basandosi su input visivi. Il problema nell'ambiente desertico è che non sempre questi input sono a disposizione: un'immensa distesa di sabbia piatta è difficile da navigare senza pietre miliari da usare come punti di riferimento.

È per questo motivo che molte di queste specie costruiscono i loro nidi in posizioni sopraelevate. Ed è sempre per questo che, come rivela uno studio pubblicato su Current Biology, quando sono costrette a costruire il nido in un luogo senza punti di riferimento, le formiche del deserto se li costruiscono da sole, erigendo piccole montagnette di sabbia.

"Io vivo qui". Le formiche studiate sono della specie Cataglyphis fortis (parente di quella protagonista dello studio citato all'inizio dell'articolo, Cataglyphis velox). Abitano nelle saline del Nord Africa – quelle studiate, in particolare, vengono dalla Tunisia –, dove riescono a sopravvivere nonostante un ambiente estremo dal punto di vista climatico e, soprattutto, quasi sempre uguale a sé stesso.

Osservando le loro scelte architettoniche, abbiamo scoperto che ci sono differenze anche all'interno della stessa specie tra le formiche che costruiscono il nido vicino a cespugli o altri punti di riferimento, e quelle che invece sono costrette a farlo in mezzo alla salina. Queste ultime decorano infatti l'ingresso del loro nido con una collinetta artificiale di sabbia, eretta come punto di riferimento per aiutare le raccoglitrici a ritrovare la strada di casa.

Ingegneria civile. Gli scienziati del Max Planck Institute For Chemical Ecology hanno quindi provato a rimuovere queste collinette, e a osservare come reagivano le formiche. La prima cosa che hanno notato è che il 20% delle raccoglitrici non sono riuscite a ritrovare il nido e sono morte di stenti in mezzo alla salina. La seconda è che, nei nidi privati di punti di riferimento, le operaie si rimettevano subito al lavoro per costruirne di nuovi. A meno che, ed è il terzo importante dettaglio osservato, il team non intervenisse piazzando di fronte al nido un punto di riferimento artificiale (dei piccoli cilindri neri): in questo caso le formiche ringraziavano e cominciavano a usare le strutture per orientarsi e tornare al nido.

C'è una cosa che ancora non sappiamo, però: le formiche che costruiscono le pietre miliari e quelle che lasciano il nido in cerca di cibo appartengono a due caste diverse.

Come fanno le seconde a comunicare alle prime che c'è bisogno di un lavoro di architettura? A riguardo ci sono solo ipotesi: per esempio, le costruttrici potrebbero notare che sempre meno raccoglitrici tornano a casa, e reagire mettendosi al lavoro su un nuovo punto di riferimento – una sorta di faro nel deserto.

16 giugno 2023 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us