Animali

Legami tra consanguinei, la tattica delle manguste

A differenza di altri animali, questi mammiferi evitano di accoppiarsi con esemplari geneticamente affini con un processo di scelta "attivo". E non semplicemente emigrando lontano dai parenti.

L'accoppiamento con esemplari della stessa famiglia è un importante fattore di rischio per gli animali che vivono in grandi gruppi sociali, circondati da consanguinei. Le manguste striate dell'Uganda (Mungos mungo) sembrerebbero aver trovato il modo di evitare legami "pericolosi" pur senza rinunciare a vivere nel loro gruppo di origine.

In altre parole, riuscirebbero a dribblare i rapporti con individui geneticamente troppo simili anche senza bisogno di emigrare lontano al momento dell'accoppiamento, come fanno molti animali. Sono queste le conclusioni di uno studio comportamentale e genetico durato 16 anni e condotto da Jennifer Sanderson, dell'Università di Exeter (Inghilterra).


Ricerca scrupolosa. Per la ricercatrice, mentre la maggior parte degli animali sociali evita l'accoppiamento tra consanguinei scegliendo di non accoppiarsi nelle situazioni "a rischio", o mischiandosi in gruppi di non-parenti, i maschi di mangusta striata sembrano cercare attivamente, per mettere su famiglia, femmine con cui non sono imparentati, pur in assenza di migrazione.

un fiuto per i parenti. Come facciano esattamente, ancora non è chiaro. Forse si affidano a segnali odorosi, o alle caratteristiche dei richiami sonori, per scovare eventuali parentele. Sanderson e colleghi hanno analizzato campioni genetici di circa 1500 cuccioli di manguste per quantificare la frequenza degli episodi di inbreeding. Così hanno scoperto che l'accoppiamento tra consanguinei porta a partorire cuccioli molto più piccoli, ed è quindi per questi mammiferi evolutivamente poco vantaggioso.

Emancipate. Anche le femmine sembrerebbero avere un ruolo attivo nella scelta di compagni non consanguinei: per i ricercatori, mostrano di preferire la presenza di un "bodyguard" (il tipico atteggiamento che assumono i maschi interessati all'accoppiamento) che non conoscono, rispetto a quella di un noto "cugino".

11 giugno 2015 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us