Il piccolo grande mondo degli insetti di Pietro Marino

Per tanti sono repellenti, spaventosi, orribili. Eppure quello degli insetti è un regno quasi fatato, se visto con gli occhi giusti. Come quelli del lettore Pietro Marino, che con questo portfolio ci mostra il lato magico di questi piccoli "mostri". Scorri le foto e leggi i commenti dell'autore.
Guarda le altre gallery dei lettori e scopri come pubblicare le tue foto

Una delle mie frasi preferite è del Dalai Lama: «tutti gli esseri viventi, a partire dagli insetti, desiderano essere felici e non vogliono soffrire. Tuttavia, mentre ognuno di noi è un solo individuo, gli altri sono infiniti in numero. Ne consegue chiaramente che è più importante la felicità altrui della tua sola». Così introduce il suo portfolio Pietro Marino (pietro1998marino su iFocus).

Di sé ci racconta: «sono nato a Genova, il 20 Settembre 1978, appassionato da sempre di fotografia, negli ultimi anni in particolare mi sono avvicinato alla fotografia di ritratti, paesaggi e macro. La considero una passione e una compagna di viaggio e penso che non debba essere solo per pochi "eletti". Come ogni forma d'arte va studiata, capita e approfondita dall'interprete, ma il risultato finale deve essere tale da poter esse goduto e condiviso da tutti».

«Per quanto riguarda le fotografie macro, cerco di scattarle sempre nelle prime ore della mattina, preferibilmente subito dopo l'alba. In queste ore gli insetti si trovano ancora in uno stato di "torpore" e si riesce ad avvicinarli con facilità, senza farli scappare».

«Per fare buoni scatti è necessario conosce il comportamento dell'insetto che si sta fotografando e le sue abitudini».

«Utilizzo solo luce naturale, aiutandomi con qualche pannello, non amo usare flash. Tengo sempre a sottolineare che sono contrario a chi cattura gli insetti e scatta le foto in studio, il mio set ideale è la natura nelle sue più svariate forme».

«Come attrezzatura utilizzo quasi sempre un cavalletto, una Reflex canon 60D cosi da sfruttare il fattore moltiplicativo, naturalmente ottiche macro, come il 105 mm fisso con F2,8».

Double face

Farfalla in fiore

Un tocco di blu

Una delle mie frasi preferite è del Dalai Lama: «tutti gli esseri viventi, a partire dagli insetti, desiderano essere felici e non vogliono soffrire. Tuttavia, mentre ognuno di noi è un solo individuo, gli altri sono infiniti in numero. Ne consegue chiaramente che è più importante la felicità altrui della tua sola». Così introduce il suo portfolio Pietro Marino (pietro1998marino su iFocus).