Animali

Le api stanno meglio in città che in campagna

Per api, bombi e altri impollinatori, un parco cittadino è meglio di un campo di grano. Per gli altri insetti non proprio...

Il declino degli insetti è un fenomeno ormai sotto gli occhi di tutti, caratterizzato da numeri impressionanti e prospettive future poco rosee. Le cause di questa estinzione di massa sono... le solite: distruzione dell'habitat, inquinamento, cambiamenti climatici, urbanizzazione estrema. E proprio quest'ultimo fattore è protagonista di uno studio a suo modo sorprendente, che arriva dalla Germania (dove il crollo biologico degli insetti ha raggiunto numeri record), e che è stato pubblicato su Nature. Nell'analisi si legge che, almeno se parliamo della salute delle api, le città sono un luogo più accogliente della campagna, e in futuro potrebbero diventare delle vere e proprie oasi per tutti gli insetti impollinatori.

Ape di campagna, ape di città. Naturalmente, dire "la città è peggio della campagna" è una semplificazione: lo studio dimostra ben altro, e prende in considerazione la salute di tutti gli insetti, non solo degli impollinatori come api e bombi. È stato condotto in Germania da un gruppo di ricercatori della Martin Luther University Halle-Wittenberg, che ha studiato il modo in cui la crescita urbana impatta sulle popolazioni di insetti e che differenze ci sono, in termini di quantità e biodiversità, con le aree rurali. Gli scienziati hanno scoperto che gli impollinatori visitano più spesso i fiori che crescono in città rispetto a quelli che stanno in campagna; in particolare, bombi e api rappresentano rispettivamente il 75% e il 9% dei visitatori abituali.

Città biodiverse? Questo non significa che le aree urbane siano in assoluto più ricche di vita rispetto a quelle rurali: guardando a tutti gli insetti, il team ha scoperto che nelle zone di campagna la biodiversità rimane più alta di quella urbana - la differenza la fa la presenza degli impollinatori, che preferiscono la città ai campi. Il motivo si spiega facilmente: anche se sembra paradossale, un contesto urbano è più favorevole a questi insetti, perché è più vario in termini di cibo e più ricco di potenziali rifugi e luoghi dove fare il nido; a confronto, un campo coltivato è un ambiente "piatto", che contiene spesso una singola specie vegetale, e molte meno opportunità di nascondersi.

C'è una spiegazione anche del perché solo alcuni impollinatori prosperano in città, mentre altri (le farfalle, per esempio) continuano a preferire la campagna: le città sono ambienti vari e in costante mutamento, e api e bombi sono più attrezzati ad adattarsi a questo cambiamento e a orientarsi in luoghi sconosciuti; al contrario, l'assenza di punti di riferimento evidenti nelle zone coltivate agisce da deterrente per api e bombi.

23 febbraio 2020 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us