Animali

L'attacco dello scorpione più letale al mondo

La coda dello scorpione giallo colpisce veloce come una frusta: la traiettoria della sua puntura e di quelle di altri suoi velenosi compari sono state filmate in slow motion.

Per la prima volta qualcuno ha avuto il fegato di studiare da vicino il pungiglione velenoso degli scorpioni, e il modo in cui viene scagliato sulla preda. Un gruppo di biologi portoghesi ha filmato l'attacco di sette specie di questi predatori - incluso il famigerato scorpione giallo (Leiurus quinquestriatus), tra i più pericolosi al mondo - scoprendo una gamma inaspettata di traiettorie compiute dalla coda al momento dell'attacco.

un arsenale vario. Lo scorpione giallo, che vive nei deserti di Nord Africa e Medio Oriente e la cui puntura può portare a un grave shock anafilattico, ha l'attacco più diretto e fulmineo, con l'estremità che scatta sopra alla testa come una frusta alla velocità di 130 cm al secondo e poi piomba diretta sul bersaglio. Lo scorpione imperatore, il più grande al mondo (20 cm di lunghezza) colpisce in modo simile, mentre altre specie capaci di scagliare veleno a distanza compiono con la coda traiettorie più circolari.

Sul set. Gli aracnidi sono stati studiati in una sorta di "sala degli specchi" in miniatura e ripresi con videocamere a 500 frame al secondo. Le loro mosse sono state ricostruite in 3D con l'aiuto di computer.

spinte evolutive. Le diverse tipologie di attacco, legate anche alla forma della coda, si sarebbero evolute come forma di difesa, per contrastare diversi predatori (come pipistrelli, serpenti, lucertole) e in base alle necessità: la coda è utilizzata anche in fase di accoppiamento, altre volte ignorata a favore delle pinze.

5 aprile 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us