Animali

L'attacco dello scorpione più letale al mondo

La coda dello scorpione giallo colpisce veloce come una frusta: la traiettoria della sua puntura e di quelle di altri suoi velenosi compari sono state filmate in slow motion.

Per la prima volta qualcuno ha avuto il fegato di studiare da vicino il pungiglione velenoso degli scorpioni, e il modo in cui viene scagliato sulla preda. Un gruppo di biologi portoghesi ha filmato l'attacco di sette specie di questi predatori - incluso il famigerato scorpione giallo (Leiurus quinquestriatus), tra i più pericolosi al mondo - scoprendo una gamma inaspettata di traiettorie compiute dalla coda al momento dell'attacco.

un arsenale vario. Lo scorpione giallo, che vive nei deserti di Nord Africa e Medio Oriente e la cui puntura può portare a un grave shock anafilattico, ha l'attacco più diretto e fulmineo, con l'estremità che scatta sopra alla testa come una frusta alla velocità di 130 cm al secondo e poi piomba diretta sul bersaglio. Lo scorpione imperatore, il più grande al mondo (20 cm di lunghezza) colpisce in modo simile, mentre altre specie capaci di scagliare veleno a distanza compiono con la coda traiettorie più circolari.

Sul set. Gli aracnidi sono stati studiati in una sorta di "sala degli specchi" in miniatura e ripresi con videocamere a 500 frame al secondo. Le loro mosse sono state ricostruite in 3D con l'aiuto di computer.

spinte evolutive. Le diverse tipologie di attacco, legate anche alla forma della coda, si sarebbero evolute come forma di difesa, per contrastare diversi predatori (come pipistrelli, serpenti, lucertole) e in base alle necessità: la coda è utilizzata anche in fase di accoppiamento, altre volte ignorata a favore delle pinze.

5 aprile 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Il racconto del decennio (1919-1929) che condusse un'Italia povera, ferita e delusa dalla Grande guerra nelle braccia di Mussolini. E ancora: distanziamento, lockdown, ristori... tutte le analogie fra la peste di ieri e il covid di oggi; come Anna Maria Luisa, l'ultima dei Medici, salvò i tesori artistici di Firenze; dalla preistoria in poi, l'impatto dell'uomo sull'ambiente e sul paesaggio.

ABBONATI A 29,90€

Il cervello trattiene senza sforzo le informazioni importanti per sopravvivere. Qual è, allora, il segreto per ricordare? Inoltre: gli ultimi studi per preservare la biodiversità; la più grande galleria del vento d'Europa dove si testano treni, aerei, navi; a che punto sono i reattori che sfruttano la fusione nucleare.


ABBONATI A 29,90€

Litigare fa ammalare? In quale sport i gatti sarebbero imbattibili? Perché possiamo essere cattivi con gli altri? Sulla Luna ci sono nuvole? Queste e tante altre domande e risposte, curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R, d'ora in poi tutti i mesi in edicola!

ABBONATI A 29,90€
Follow us