Animali

Ascoltate: questa è la voce dell'orango

Gli scienziati hanno scoperto che i richiami degli oranghi hanno una struttura complessa, analoga a quella del linguaggio umano. 

Dire a qualcuno che si esprime come un orango può non sembrare un complimento. Ma in realtà queste scimmie antropomorfe, si è scoperto, usano vocalizzazioni con caratteristiche che si trovano nel linguaggio umano. Lo ha evidenziato il team di Adriano Lameira, della University of Warwick (Uk), che ha registrato i lunghi richiami dei maschi di orango del Borneo (Pongo pygmaeus), che vive nelle foreste della grande isola asiatica, divisa tra Indonesia, Malaysia e Brunei. È la più diffusa delle tre specie di questi primati arborei dal pelo rossastro: le altre due sono l'orango di Sumatra (Pongo abelii) e l'orango di Tapanuli (Pongo tapanuliensis), che abitano l'isola indonesiana di Sumatra. 

L'analisi. Lameira ha analizzato i richiami prodotti da 10 maschi durante 2.510 ore di osservazione nella stazione di ricerca di Tuanan, nella parte indonesiana del Borneo. E ha rilevato che hanno una struttura ricorsiva, che è quella che si ritrova nel nostro linguaggio quando inseriamo una frase all'interno di un'altra frase ("Il gatto, che ha mangiato il topo, è stato morso dal cane"). Così gli oranghi inseriscono una sequenza all'interno di una sequenza simile. Alla ricerca è dedicato l'approfondimento sul numero 380 di Focus (nella foto sotto, la copertina). Il motivo ancora non è chiaro, ma i ricercatori vogliono fare ulteriori studi. «Pensiamo di condurre esperimenti in cui diffondiamo i richiami e vediamo come altri oranghi reagiscono a manipolazioni o alterazioni nella struttura », spiega Lameira. «Le reazioni potranno rivelare che tipo di informazioni sono eventualmente "trasmesse"».

Cover Focus 380
La cover del nuovo Focus n. 380 in edicola: si parla anche di un mondo senza sigarette, di energia nucleare, e archeoastronomia.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini.

21 maggio 2024 Giovanna Camardo
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us