Focus

La vita pulsante nella Fossa delle Marianne

Anche il luogo più profondo e inesplorato degli oceani pullula di specie viventi, in gran parte sconosciute. Una spedizione della NOAA da poco conclusa ne ha fotografate a decine, rivelando colori e adattamenti sorprendenti. Ecco le prime foto da migliaia di metri di profondità.

Le movenze eleganti di una oloturia o cetriolo di mare (forse del genere Paleopatides): questi echinodermi nuotano per difendersi dai predatori.
Guarda anche il video di questa ipnotica creatura:

Un coloratissimo pesce del genere Grammatonotus. Nelle profondità più basse esplorate dalla Okeanos Explorer, la spedizione della NOAA, sono stati trovati moltissimi pesci colorati come questo, vicini alle rocce.

Questo gamberetto aveva antenne lunghissime, simili a bacchette giapponesi! Organi sensoriali così lunghi non sono comuni, nelle profondità oceaniche, e servono a tenere sotto controllo maggiori porzioni di spazio. Eccolo mentre nuota in una colonna d'acqua:

Un raro incontro con un sifonoforo "dente di leone", del phylum degli Cnidari (lo stesso delle meduse): quelli che vedete sono più organismi che cooperano per sopravvivere. Alcuni si occupano della protezione dall'esterno, altri di procacciare il cibo, altri della riproduzione. In genere vivono ancorati ai fondali, ed è molto difficile filmarli mentre nuotano (il video qui sotto):

Questa aragosta abissale, probabilmente cieca, stava sorvegliando una serie di tane nella sabbia, con le chele attivate. Qui sotto potete vederla in azione:

Ve la ricordate, questa medusa "aliena", che sembra creata con Photoshop? Ne avevamo scritto qui (dove trovate anche il video). Quando è stata avvistata, si trovava a 3700 m di profondità. Guarda invece le meduse dei nostri mari

Un "mostro abissale" della classe degli Enteropneusta, animali molto primitivi simili a vermi, che vivono nei fondali e scavano nella sabbia con una specie di proboscide.

Un anemone che ha trovato casa nella corazza di un granchio eremita. Se non amate i ragni, non apprezzerete il video qui sotto:

Un pesce anguilliforme, comune alle grandi profondità oceaniche. Che rumori si sentono, nella Fossa delle Marianne?

Incontro ravvicinato con un piccolo pesce della famiglia dei Chlorophthalmidae.

Una rara e bellissima lumaca di mare, presumibilmente di una specie mai osservata prima.

Un "maiale di mare" trasparente (gen. Scotoplanes), un tipo di oloturia.

Un solitario pesce osseo di forma allungata, forse un Eretmichthys pinnatus.

Tentacoli, alghe verdi e coralli.

Un anemone con i tentacoli sferzati dalla corrente, sistemato su una roccia di manganese.

Un pesce osseo abissale del genere Halosaurus, a cui mancano completamente pigmenti colorati (salvo quelli delle cellule argentate, che risplendono sotto le luci del ROV). Vedi anche il pesce "fantasma" delle Marianne

Un pesce pescatore o anglerfish aspetta paziente le sue prede, con l'esca posizionata tra gli occhi.

Un animale dell'ordine dei Platyctenida, un tipo di ctenoforo (filtratori planctonici con il corpo fatto quasi esclusivamente di acqua).

Un echinoderma crinoide (Proisocrinus ruberrimus) parente di ricci e stelle marine, con le braccia aperte a ventaglio e di un bel colore rosso acceso.

Un red snapper dalla lunga coda (Etelis coruscans), un pesce oceanico conosciuto nelle profondità del Pacifico.

Le movenze eleganti di una oloturia o cetriolo di mare (forse del genere Paleopatides): questi echinodermi nuotano per difendersi dai predatori.
Guarda anche il video di questa ipnotica creatura: