Animali

Che cos'è la vaquita e perché è a serio rischio di estinzione (se ne contano solo 9)

La International Whaling Commission ha rilasciato l'"allerta estinzione" per la vaquita, il cetaceo più piccolo del mondo che vive nel golfo della California.

La vaquita, o focena del golfo di California se preferite il meno efficace nome italiano, è il cetaceo più piccolo del mondo, che raramente raggiunge il metro e mezzo di lunghezza. È anche il più raro: a oggi si stima che ne sopravvivano solo nove esemplari, concentrati, come suggerisce il nome, tutti nel golfo della California. La loro situazione è talmente tragica che, per la prima volta nei suoi oltre settant'anni di attività, la International Whaling Commission ha emesso un extinction alert, un "allarme estinzione" il cui scopo è mettere in guardia contro il rischio sempre più concreto che questa specie rarissima possa definitivamente estinguersi.

La prima volta. Fondata nel 1946 e comprendente 88 diversi Paesi del mondo, la International Whaling Commission si occupa di monitorare lo stato di salute delle popolazioni di balene nel mondo, e per estensione anche degli altri cetacei. Dal 2018, la sua missione è diventata ancora più definita: non più promuovere la loro conservazione con tutti i metodi possibili, compresa la promozione della pesca sostenibile, ma proteggere senza eccezioni tutti i cetacei, chiudendo le porte definitivamente alla caccia. Una svolta importante, che nell'estate 2023 ha avuto le sue prime conseguenze: per la prima volta da quando è stata istituita, infatti, l'IWC ha dichiarato che una specie di cetaceo è a serio rischio di estinzione. Non era mai successo per nessun cetaceo in passato, visto che di solito sono altri gli enti che si occupano di questi avvertimenti, in particolare l'IUCN; un gesto eccezionale fatto perché l'IWC "crede che l'estinzione non sia ancora inevitabile", e che ci sia tempo (per quanto pochissimo) per salvare la vaquita.

 

Solo il 100%. Come detto, rimangono solo 9 (c'è chi dice 10) esemplari di vaquita nel golfo di California. Ed è da trent'anni almeno che si parla del rischio di estinzione: il loro problema più grosso è l'uso (illegale) delle cosiddette reti da posta, nelle quali le focene rimangono incastrate. Dal 2017 a oggi, il numero di vaquita è crollato da 30 a 10 a causa di questa pratica, e al momento la speranza più concreta di salvare quelle che sono rimaste è un piano della marina messicana, che ha creato una zona di "tolleranza zero" nella quale le reti da posta sono severamente vietate, e l'area costantemente monitorata. Il governo messicano sostiene che questo abbia causato un crollo del 90% dell'uso di questi strumenti nell'area, ma secondo l'IWC non basta: le reti da posta devono scomparire, se si vuole avere qualche speranza di salvare la vaquita e di vedere la sua popolazione tornare a crescere.

23 ottobre 2023 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us