Focus

La rana con le zanne che partorisce girini

Scoperta in Indonesia, è l'unica specie nota a partorire direttamente larve e non uova: la sua esistenza è minacciata dalla deforestazione.

ranarana
Due rane della specie Limnonectes larvaepartus: un maschio, sulla sinistra, e una femmina, sulla destra. Nella foto le "zanne" non sono visibili. | Jim McGuire

Che le rane diano vita a girini è un fatto normale, ma in genere i nuovi nati fuoriscono dalle uova deposte dalla madre. La prima rana che partorisce direttamente girini vivi è stata osservata nel Sulawesi, in Indonesia, da alcuni zoologi dell'Università della California, Berkeley. La scoperta è appena stata descritta su PLOS ONE.

 

Tutto all'esterno. Quasi tutte le 6 mila specie di rane conosciute si riproducono mediante fertilizzazione esterna. Durante l'accoppiamento, la femmina depone le uova, che il maschio, aggrappato al suo dorso, feconda esternamente con gli spermatozoi. «Esistono però diverse strane varianti di questo comportamento sessuale standard» spiega Jim McGuire, principale autore dello studio.

 

Due volte rara. «Questa nuova specie di rana è una delle sole 10 o 12 ad aver evoluto la fertilizzazione interna; tra queste, è l'unica a partorire direttamente girini, e non piccole rane o uova già fertilizzate». Da tempo gli scienziati erano sulle tracce della specie; quando il parto è avvenuto, McGuire era convinto di tenere tra le mani un esemplare maschio. Con grande sorpresa ha visto depositare sul suo palmo un gruppo di girini, da una rana femmina incinta.

 

Una rana Limnonectes adulta con i girini (nel cerchio a sinistra) e, a destra, due girini visti da vicino. | Jim McGuire

Domanda aperta. Come i maschi facciano a fecondare le femmine di questa specie rimane un mistero. Le rane non hanno infatti organi sessuali per depositare lo sperma nel corpo della partner. Un paio di specie osservate in California hanno evoluto un'appendice simile a una coda per adempiere a questo compito. Ma i maschi della rana indonesiana non mostrano nulla di simile.

 

Un'altra stranezza. La nuova specie, ribattezzata Limnonectes larvaepartus, appartiene alla famiglia delle Limnonectes, note come ranne con le zanne per via di due piccole protuberanze - non denti, ma appendici carnose - presenti ai lati inferiori del muso, che usano i maschi nei combattimenti in amore. Si pensa che nel Sulawesi ne esistano 25 specie, ma solo 4 sono state descritte finora, inclusa la rana che partorisce larve.

 

«Trovare una nuova specie non è raro - commenta McGuire - ma scoprire un nuovo metodo riproduttivo lo è». Soprattutto nell'isola indonesiana, gravemente colpita dalla deforestazione.

 

2 gennaio 2015 | Elisabetta Intini