La lingua ultraveloce dei mini camaleonti

I più piccoli tra questi rettili hanno la lingua più rapida, ma sono i più difficili da studiare: ecco perché le doti da caccia dei camaleonti potrebbero essere meno conosciute di quanto si creda.

con_h_13.01081024_web
Un Trioceros hoehnelli, camaleonte di piccola-media taglia (arriva a circa 25 cm di lunghezza) coinvolto nell'esperimento.|Ingo Arndt/Nature Picture Library/contrasto

Le eccezionali doti "a catapulta" delle lingue dei camaleonti sono ben note, ma potrebbero essere state, finora, persino sottostimate. Sarebbero infatti gli esemplari più piccoli e meno studiati di questi rettili a detenere il primato di possessori delle lingue più veloci, come dimostra uno studio statunitense pubblicato su Scientific Reports.

 

Banchetto in laboratorio. Christopher Anderson, biologo della Brown University di Providence, Rhode Island, ha rimpinzato 20 diverse specie di camaleonte con succulenti grilli, e filmato i movimenti delle loro lingue con una telecamera a 3000 frame al secondo. I camaleonti più piccoli hanno ottenuto le migliori prestazioni in accelerazione, potenza relativa ed estensione della lingua in relazione alla taglia del corpo.

Performance da record. La lingua di un camaleonte lungo come un pollice può raggiungere un picco di accelerazione 264 maggiore di quella gravitazionale, brandendo un grillo in circa 20 millisecondi. Immaginatela come una piccola, potente auto da corsa, in grado di passare, in un centesimo di secondo, da 0 a 96 km orari: si tratta del movimento più rapido e potente prodotto da rettili, mammiferi e uccelli (e il secondo nel mondo dei vertebrati, dopo quello di una salamandra). 

 

Il video degli esperimenti (via Quartz

 

Piccolo è meglio. Anche i camaleonti più grandi hanno ottenuto ottimi risultati, ma meno brillanti se confrontati con quelli dei più piccoli cugini. Per esempio, la lingua del Furcifer oustaleti (60 cm circa di lunghezza) ha mostrato un picco di accelerazione inferiore del 18% rispetto a quella del minuto Rhampholeon spinosus, 9 cm appena, che lancia la sua appiccicosa appendice fino a una distanza pari a 2,5 volte la sua lunghezza.

 

Strumento di sopravvivenza. Da un punto di vista evolutivo, i superpoteri dei mini camaleonti hanno perfettamente senso. Come molti animali di ridotte dimensioni, hanno bisogno di bruciare maggiori quantità di energia per sopravvivere. La lingua-proiettile servirebbe proprio a procurare tutto il cibo necessario. Il segreto di questa velocità è insito nei tessuti elastici della lingua, in cui si accumula l'energia che sarà liberata durante il rilascio: energia che si somma al semplice lavoro muscolare.

 

 

05 Gennaio 2016 | Elisabetta Intini