Animali

La chiocciola più piccola del mondo

Visibile appena, ha un guscio apprezzabile completamente soltanto al microscopio: vive in Cina, circondata da potenziali predatori.

Nella cruna di un ago ce ne starebbero una decina, l'una accanto all'altra: la lumaca di terra più piccola del mondo è stata scoperta in un campione di suolo raccolto nella provincia di Guangxi, Cina meridionale.

E ora trovami! La chiocciola, il cui guscio raggiunge appena gli 0,86 mm di altezza, è stata chiamata dagli scopritori, un team di ricercatori giapponesi e ungheresi, Angustopila dominikae. Tra le sette specie di micro-chiocciole rinvenute nel terreno, questa è la più minuta: milioni di volte più piccola, in volume, del suo parente più ingombrante, la chiocciola africana gigante (30 cm di lunghezza).

Complessa, ma microscopica: 500 micron corrispondono a mezzo millimetro. © Barna Páll-Gergely

Inosservata. Può darsi che le piccole dimensioni proteggano l'animale dagli artropodi delle latitudini tropicali: per proteggersi, altre chiocciole hanno evoluto sistemi di chiusura del guscio, questa invece preferisce il "basso profilo". Probabilmente rimane nascosta nelle minuscole fenditure della pietra arenaria, nutrendosi delle alghe associate all'umidità.

Essenziale. Il formato "tascabile" non sarebbe dovuto però a un adattamento all'ambiente favorito dall'evoluzione: i comuni antenati delle sette piccole specie di lumache, vissuti attorno a 60 milioni di anni fa, dovevano già essere altrettanto minuti. Difficile che esista, in natura, una chiocciola più piccola dell'Angustopila: le dimensioni di organi e cellule sono già ridotte al minimo.

30 settembre 2015 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us