Ipnotiche foto di colonie animali

Caotici, chiassosi, ingombranti: i grandi raduni animali non sono facili da fotografare, ma regalano colori psichedelici e geometrie sorprendenti. Lasciatevi disorientare da questi scatti "di massa".

con_h_13.01425605ipa_2090345ipa_2090355ipa_2090354con_h_18.00762902ipa_2090344con_h_13.01385118ipa_2090352ipa_2090358ipa_2090348ipa_2090351ipa_2090357Approfondimenti
con_h_13.01425605

Quando si corrono grandi pericoli, l'unione fa la forza. E pur di portare la pelle e le zampe alla meta, si rinuncia volentieri a un po' di spazio vitale. Vale per questi gnu striati (Connochaetes taurinus) intenti a guadare il fiume Mara durante una delle annuali migrazioni, come per tutti gli altri protagonisti delle prossime foto. Che, mentre si muovono in massa o si confondono tra centinaia di compagni, ci regalano involontari "quadri" naturali. La grande corsa degli gnu del Serengeti

ipa_2090345

Una montagna di femmine di granchio rosso (Gecarcoidea natalis su Christmas Island, in Australia. Ogni anno, con la stagione delle piogge, milioni di questi crostacei attraversano l'isola per arrivare dalla foresta pluviale alla spiaggia, dove si riproducono. Chi ha assistito allo spettacolo parla di una delle più epiche e suggestive migrazioni animali.

ipa_2090355

Una colonia di pinguini reali (Aptenodytes patagonicus) si riposa sull'arcipelago della Georgia del Sud. Ogni anno, tra settembre e ottobre, questi uccelli si riuniscono per dare il via a rituali di accoppiamento che culminano, tra novembre e dicembre, con la deposizione di un uovo per coppia. Ogni coppia ha a disposizione un'area di circa mezzo quadrato di spazio vitale, che va difesa dagli altri pinguini e dai predatori. Altre buffe foto di pinguini

ipa_2090354

Un banco di pesci "snapper" dalla coda gialla (Ocyurus chrysurus) si sposta lungo un reef corallino, alle Fiji. Difficile per un predatore distinguere il singolo dal resto del gruppo.

con_h_18.00762902

La più classica e colorata delle migrazioni: quella delle farfalle monarca (Danaus plexippus) che ogni anno da Canada e Nord America vanno a svernare verso aree più miti, percorrendo migliaia di km senza sosta.

ipa_2090344

Una colonia di fenicotteri rosa, in Kenya. I laghi dello stato africano sono tra i luoghi di ritrovo preferiti per i fenicotteri minori (Phoeniconaias minor). In particolare, a essere preso di mira è il Lago Bogoria, uno specchio d'acqua vulcanico le cui acque alcaline favoriscono la crescita di un'alga di cui questi pennuti vanno ghiotti. Le foto del lago dalle acque "rosa fenicottero"

con_h_13.01385118

Una "armata" di bruchi comuni tenta di disorientare i predatori, in Madagascar. Ammassandosi in questo modo, illudono i nemici sulle loro reali dimensioni, e puntano ad apparire come un unico organismo, più grande.

ipa_2090352

L'effetto psichedelico delle strisce delle zebre è assolutamente strategico e ha suscitato, nei decenni, le più disparate spiegazioni evolutive. Allo stato dell'arte la più probabile è che queste servano a impedire a mosche e tafani di posarsi sul loro corpo.

ipa_2090358

Una mandria di ippopotami si rinfresca in una piscina di fango al termine della stagione secca, all'interno del Luangwa National Park, in Zambia. Una nuotata indispensabile per la termoregolazione, ma anche per disfarsi dai parassiti.

ipa_2090348

Uno stormo di piovanelli maggiori (Calidris canutus), stretti stretti per ripararsi dal freddo. Lo scatto è stato realizzato nel Norfolk, Inghilterra.

ipa_2090351

Il polverone sollevato da questa mandria di bufali neri (Syncerus caffer) in Botswana regala allo scatto un'atmosfera ancora più surreale.

ipa_2090357

Non si capisce dove finisca la ciccia e dove inizino le zanne. Una colonia di trichechi (Odobenus rosmarus) sull'isola di Arakamchechen, nel mare di Bering settentrionale.

Quando si corrono grandi pericoli, l'unione fa la forza. E pur di portare la pelle e le zampe alla meta, si rinuncia volentieri a un po' di spazio vitale. Vale per questi gnu striati (Connochaetes taurinus) intenti a guadare il fiume Mara durante una delle annuali migrazioni, come per tutti gli altri protagonisti delle prossime foto. Che, mentre si muovono in massa o si confondono tra centinaia di compagni, ci regalano involontari "quadri" naturali. La grande corsa degli gnu del Serengeti