Animali

Questo insetto fa la pipì a... catapulta

Homalodisca vitripennis è un insetto che ha inventato un metodo di espulsione della pipì che gli permette di risparmiare energie (e forse anche tenere lontani i predatori).

Saad Bhamla è un ingegnere molecolare che lavora al Georgia Institute of Technology, e che, stando a uno studio pubblicato su Nature Communications, ha un bel giardino dietro casa. È qui che ha scoperto il curioso comportamento di un minuscolo insetto che l'ha spinto a contattare tre colleghi e a organizzare uno studio per vederci più chiaro.

L'insetto in questione, una cicalina (appartenente all'ordine Cicadellidae) chiamata Homalodisca vitripennis, ha infatti inventato un metodo di minzione unico nel suo genere: emette goccioline di pipì ad altissima velocità grazie a una sorta di "catapulta" che si trova sulla coda. In questo modo, risparmia energie e probabilmente riesce anche a tenere lontani i predatori.

La catapulta urinaria. Il metodo di espulsione della pipì di Homalodisca vitripennis si basa sullo scagliare il pù lontano possibile il liquido senza fare troppa fatica, grazie a un'appendice che si trova sul retro del suo corpo e che funziona come la paletta di un flipper, piegandosi e poi tendendosi per propellere le goccioline di urina.

Un'analisi più approfondita, fatta combinando riprese ad alta definizione e modelli informatici, ha mostrato però che il metodo è più efficiente di quanto dovrebbe essere in teoria: le gocce di pipì "volano" a una velocità che è quasi una volta e mezza quella a cui si muove l'appendice, mentre per logica dovrebbero andare alla sua velocità se non qualcosa di meno. Da dove arriva questa forza supplementare? Be', ancora una volta dall'appendice, che quando si piega comprime le goccioline di liquido e le "carica": quando le lancia, quest'energia latente si sprigiona e si aggiunge a quella del lancio.

Poca fatica, tanta sicurezza. Il risultato è che le goccioline vengono sparate a una velocità di 30 cm/s: potrà non sembrarci granché, ma bisogna ricordare che provengono da un insetto che arriva a malapena al centimetro di lunghezza, a quella velocità, quindi, copre, in un secondo, una distanza pari a decine di volte la lunghezza del suo corpo. In termini di accelerazione, poi, quella impressa dal movimento improvviso dell'appendice arriva a 40G (le macchine sportive più veloci raggiungono i 4G).

C'è un altro segreto in questa tecnica, e cioè che consuma relativamente poca energia. Homalodisca si nutre infatti della linfa degli alberi, che è composta in gran parte da acqua: deve quindi berne moltissima (circa 300 volte il suo peso corporeo) per recuperare tutti i nutrienti che gli servono.

Grazie a questa "superpropulsione" questi insetti riescono quindi a liberarsi della pipì senza fare troppa fatica, e senza sprecare la poca energia che hanno ricavato dal cibo. Da non sottovalutare, infine, il fatto che lanciare la propria pipì molto lontano potrebbe aiutare a tenere lontani potenziali predatori, che spesso usano le sostanze chimiche contenute nell'urina per individuare le loro prede.

7 marzo 2023 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us