Il volo del serpente

Alcuni serpenti volano. E molto bene.

2002814112242_14

Il volo del serpente
Alcuni serpenti volano. E molto bene.
Un serpente volante appena dopo il decollo. Ha il corpo appiattito, e forma una superficie concava inferiormente. Il rettile è lungo 71 centimetri.© Jake Socha, National Geographic Society.
Clicca qui per ingrandire l'immagine (attenzione, l'immagine è di quasi 250 kbyte).
Un serpente volante appena dopo il decollo. Ha il corpo appiattito, e forma una superficie concava inferiormente. Il rettile è lungo 71 centimetri.
© Jake Socha, National Geographic Society.
Clicca qui per ingrandire l'immagine (attenzione, l'immagine è di quasi 250 kbyte).
Il serpente del paradiso, abitante delle giungle del Sud-Est asiatico, plana con una tecnica che nessun'altro animale usa. Jake Socha, che ha effettuato i suoi esperimenti nello zoo di Singapore, ha registrato con due telecamere i movimenti del serpente del paradiso (Chrysopelea paradisi) dopo il suo "decollo" da un palo alto dieci metri. Il serpente allarga il corpo (clicca qui per vedere il filmato - © Jake Socha, National Geographic Society) e si trasforma in una specie di lamina volante.
Socha ha scoperto che il serpente riesce a planare lontano, come le rane volanti, i draghi volanti e i petauristi, anche se (ovviamente) non possiede né zampe né ali per rimanere in volo o cambiare direzione. Per farlo, sfrutta invece la tecnica che usano gli altri serpenti per muoversi a terra e, praticamente, serpeggia lentamente in volo. Un metodo che necessita, secondo il ricercatore, di un controllo neuromuscolare specializzatissimo.

Clicca qui per visitare il sito di Jake Socha

(Notizia aggiornata al 13 agosto 2002)

13 Agosto 2002

Codice Sconto