Animali

Il verme che si è evoluto al contrario

Un verme del Cambriano è il più antico esempio di animale che si è evoluto perdendo una parte del corpo

Quando pensiamo all'evoluzione ci vengono in mente animali e piante che guadagnano nuovi tratti, che si modificano per adattarsi all'ambiente circostante, solitamente "aggiungendo pezzi" al loro arsenale. Facivermis yunnanicus, invece, è un verme del Cambriano che ha fatto il contrario: nel corso della sua evoluzione ha perso alcune parti del corpo per ritornare a una forma più semplice. Lo ha scoperto Richard Howard dell'università di Exeter, che studiando una serie di fossili rinvenuti in Cina ha scoperto quello che è il più antico esempio di animale che si è evoluto "al contrario".

Il verme sconosciuto. Facivermis yunnanicus è un fossile noto da anni, ma che i paleontologi hanno sempre fatto fatica a identificare con precisione: «Se ne sono dette tante su questo animale», spiega Howard. È stato ritrovato in Cina nel sito paleontologico del Chengjiang, era lungo dieci centimetri e aveva cinque paia di zampe pelose a un'estremità del corpo, mentre l'altra era liscia e rigonfia.

Una struttura che ha sempre confuso i ricercatori, ma che Howard è riuscito a interpretare grazie a nuovi esemplari fossili: Facivermis era un verme tubo, di quelli che costruiscono una struttura tubulare che usano per proteggersi e ancorarsi al terreno, e le zampe pelose gli servivano per filtrare l'acqua circostante.

E le altre zampe? La particolarità di Facivermis, però, è un'altra: tutti i suoi parenti più stretti erano dotati di zampe anche nella parte posteriore del corpo, e non vivevano all'interno di un tubo. Questo significa che, nel corso della sua evoluzione, il nostro verme ha perso le zampe posteriori e la ha sostituite con una struttura di sostegno: in pratica ha perso quella che per i suoi antenati era stata un'invenzione rivoluzionaria, quella delle zampe.

Non si tratta certo di una scoperta unica: molti animali, nella loro evoluzione, hanno subito quelle che si chiamano perdite secondarie – pensate a tutti quelli che vivono sottoterra e hanno perso gli occhi. Facivermis, però, con i suoi 518 milioni di anni, è il più antico esempio conosciuto di questo meccanismo evolutivo.

14 marzo 2020 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us