Animali

Il pigro pasto della balenottera azzurra

Un raro video mostra le strategie adottate dai cetacei nel nutrirsi, senza sprecare troppe energie.

Le balenottere azzurre sono gli animali più grandi del pianeta e non sono facili da osservare da vicino. I ricercatori del Marine Mammal Institute della Oregon State University hanno utilizzato dei discretissimi droni per studiarle senza disturbarle e hanno osservato le strategie adottate da questi cetacei quando si nutrono.

I ricercatori, guidati da Leigh Torres, hanno scoperto che le balenottere sono molto attente a non sprecare energia mentre sono alla ricerca del cibo. Le loro considerevoli dimensioni (fino a 25 metri di lunghezza) le impongono di bilanciare attentamente costi e benefici della caccia e a non rallentare e accelerare di continuo. In altre parole, le balenottere studiano se un banco di krill è sufficientemente abbondante da meritare da aprire la bocca, fermarsi e inghiottirlo. Se non è così appetibile, le balene lo attraversano senza rallentare.

È molto raro riuscire a riprendere le balenottere mentre si cibano, ma le immagini dai droni confermano le ipotesi dei ricercatori: le balenottere attraversano i banchi di krill più piccoli - a bassa ricompensa - senza aprire la bocca (operazione che le rallenta) e invece "frenano" per raccogliere quelli più abbondanti.

La balenottera si avvicina al krill a una velocità di circa 10-11 km/h e se capisce che ne vale la pena, si orienta in modo da poter attraversare al meglio il banco, apre la bocca, rallentando così fino a 2 km/h, e inghiotte tutto quello che incontra.

Se non ne vale la pena attraversa il banco senza "frenare la sua corsa" e continua a nuotare. Questa strategia è molto efficiente perché evita alle balenottere azzurre di continuare a rallentare e accelerare, sprecando molta energia per raccogliere poco cibo.

20 aprile 2017
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us