Animali

Il pesce rosso che ha imparato a guidare

Per mettere alla prova le capacità di navigazione di un pesce rosso, un gruppo di scienziati l'ha messo al volante di un'auto. O quasi.

Le capacità di navigazione degli animali sono universali oppure sono tarate sul loro ambiente naturale? O se preferite una formulazione più fantasiosa: un pesce rosso sarebbe in grado di guidare un'auto sulla terraferma? Non è una questione oziosa e non è conseguenza dell'assunzione di sostanze alcoliche: è una vera domanda che si è posto un gruppo di ricerca dell'Università Ben-Gurion del Negev, a Be'er Sheva, in Israele, e che è stata messa alla prova in un laboratorio, grazie alla collaborazione di un pesce rosso addestrato per l'occasione. I risultati sono stati pubblicati su Behavioural Brain Research, e se volete li potete anche vedere in forma video andando a questo link.

Quattroruote. Il primo passo di questo curioso esperimento è stato addestrare un pesce rosso a navigare in direzione di un bersaglio, raggiunto il quale i ricercatori lo premiavano con un po' di cibo. Dopodiché l'animale è stato messo alla guida di un dispositivo sperimentale creato per l'occasione, e che l'ha tolto dalla sua comfort zone per immergerlo in un ambiente completamente asciutto. Gli scienziati hanno messo quattro ruote sotto la sua boccia e installato un sistema di videocamere capace di mappare la posizione e l'orientamento del pesce e di far muovere il marchingegno di conseguenza. Il pesce poteva quindi, da dentro la sua boccia, "puntare" il bersaglio nella stanza, e far muovere così l'intera struttura.

Il pesce rosso ha impiegato poco tempo a imparare a muovere la boccia in linea retta verso il bersaglio, e ottenere quindi la sua ricompensa. Non solo: ha anche imparato a evitare gli ostacoli (per esempio a girare attorno a una barriera piazzata improvvisamente sul suo percorso), e a ignorare i falsi bersagli posizionati dagli scienziati in giro per la stanza.

Aria o acqua non fa differenza. Secondo Shachar Givon, la prima autrice dello studio, il lavoro dimostra che le capacità di navigazione (per lo meno quelle del pesce rosso) sono universali e innate, probabilmente presenti in varia misura in tutti gli animali; e che il pesce rosso è  in grado di imparare a compiere operazioni geograficamente complesse in un ambiente completamente diverso da quello in cui è nato e cresciuto – in altre parole, il senso dell'orientamento è trasferibile, e anche se sei cresciuto nel mare puoi imparare ad applicarlo anche alla terraferma (e viceversa, con ogni probabilità).

10 gennaio 2022 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cent'anni fa, la scoperta del secolo: la tomba di Tutankhamon – l'unica ritrovata intatta nella Valle dei Re - svelò i suoi tesori riempendo di meraviglia gli occhi di Howard Carter prima, del mondo intero poi. Alle sepolture più spettacolari di ogni epoca è dedicato il primo piano di Focus Storia. E ancora: la guerra di Rachel Carson, la scienziata-scrittrice pioniera dell'ambientalismo; i ragazzi italiani assoldati nella Legione Straniera e mandati a morire in Indocina; Luigi Ferri, uno dei pochi bambini sopravvissuti ad Auschwitz, dopo lunghi anni di silenzio, si racconta.

ABBONATI A 29,90€

L'amore ha una scadenza? La scienza indaga: l’innamoramento può proseguire per tre anni. Ma la fase successiva (se ci si arriva) può continuare anche tutta la vita. E l'AI può dirci quanto. E ancora, Covid: siamo nel passaggio dalla fase di pandemia a quella endemica; le storie geologiche delle nostre spiagge; i nuovi progetti per proteggere le aree marine; tutti i numeri dei ghiacciai del mondo che stanno fondendo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us