Animali

Il mistero della “spirale della morte” dei polpi

Sopravvivenza della specie: alcuni polpi (ma non tutti) vanno incontro a un "suicidio programmato" dopo aver deposto le uova. Ora sappiamo il perché.

I polpi sono animali molto intelligenti ma anche molto diversi da noi, per questo non sono sempre facili da capire. Per esempio, c'è una strategia riproduttiva presente solo in alcune specie di polpo che conosciamo da almeno cinquant'anni, ma per la quale non eravamo ancora riusciti a darci una spiegazione: il "suicidio controllato" delle femmine che, dopo aver deposto le uova, vanno incontro a grossi cambiamenti comportamentali che le portano a morire di fame entro poco tempo.

Uno studio pubblicato su Current Biology svela per la prima volta quali sono i meccanismi dietro a questa spirale della morte – confermando tra l'altro una teoria formulata addirittura negli anni Settanta.

Tutto in una ghiandola. Partiamo proprio dal passato: il primo a fornire una spiegazione del comportamento suicida dei polpi femmina fu Jerome Wodinsky, psicologo della Brandeis University, che negli anni Settanta condusse uno studio i cui risultati uscirono dall'ambito accademico per arrivare al grande pubblico: qui per esempio fu il Washington Post a intervistarlo nel 1977.

Intuizione confermata. Wodinsky credeva di aver individuato il centro di questo comportamento nella cosiddetta ghiandola ottica, una piccola ghiandola che si trova, come suggerisce il nome, nel cranio dei polpi, proprio in mezzo agli occhi; il ricercatore rimosse così chirurgicamente la ghiandola da alcune femmine, le quali, invece di morire poco dopo aver deposto le uova, continuarono tranquillamente a vivere. Con i mezzi di oggi, il team dell'università di Chicago che ha pubblicato lo studio ha potuto approfondire questo meccanismo, studiando nel dettaglio cosa succede nella ghiandola ottica dopo il parto.

Autolesionismo. Quello che hanno scoperto è un cambiamento netto nel metabolismo del colesterolo, che a sua volta provoca un aumento della produzione di ormoni steroidei. Questo avviene attraverso tre diverse vie metaboliche: il fatto che la "spirale" sia preceduta da evidenti cambiamenti comportamentali fa pensare che non si tratti di un processo unico, ma di tre processi diversi, tutti finalizzati allo stesso scopo – la morte dell'animale.

Ancora misteri. Uno di questi tre processi in particolare è caratterizzato dalla presenza di una molecola che si chiama 7-deidrocolesterolo, che negli umani è associata a una malattia genetica che porta chi ne soffre a compiere atti di autolesionismo: è interessante perché anche alcuni polpi femmina, durante la spirale, si auto-amputano gli arti. Lo studio risponde a molte domande, ma non risolve tutti i misteri della spirale della morte: per esempio, perché solo alcune specie di polpi si comportano in questo modo, nonostante la ghiandola ottica sia presente in tutte?

4 marzo 2024 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us