Animali

Il gorilla e il suo soccorritore: la foto più amata nel Wildlife photographer of the year

La vicenda dietro allo scatto che ha vinto il premio della giuria popolare nel prestigioso concorso di fotografia naturalistica: una doppia storia di salvezza.

I vincitori del Wildlife Photographer of the Year, il prestigioso concorso dedicato a Natura e Animali del Natural History Museum di Londra, sono stati annunciati lo scorso ottobre.

Ma nelle ultime ore è stata proclamata la foto vincitrice del People's Choice Award, la sezione di gara che chiede al grande pubblico - e non a una giuria specializzata - di votare il proprio scatto preferito.

Pikin e Appolinaire, i protagonisti di questo abbraccio in bianco e nero, hanno sbaragliato la concorrenza delle altre 24 foto in lizza per il voto popolare.

Salvata. L'immagine è del 2009 (non ci sono limiti temporali per iscrivere una foto al concorso) ed è stata catturata dalla fotoreporter canadese Jo-Anne McArthur a Mefou, Camerun. Pikin, un cucciolo femmina di gorilla di pianura occidentale (Gorilla gorilla gorilla) era rimasta orfana dopo che la madre era stata catturata e venduta come bushmeat, carne selvatica di specie a rischio.

I baby gorilla hanno meno carne degli adulti e i bracconieri li lasciano spesso a morire da soli nella foresta: fortunatamente Pikin è stata trovata e tratta in salvo da Ape Action Africa, un'organizzazione che si dedica alla conservazione di gorilla e scimpanzé. La foto è stata scattata mentre Pikin veniva trasportata verso un'area protetta gestita dal gruppo, dove la scimmia, sfamata e curata, avrebbe potuto stare con i suoi simili.

Al sicuro. L'animale è stato sedato - sarebbe altrimenti impossibile far entrare un gorilla in un'auto, e tenerlo calmo - e affidata ad Appolinaire Ndohoudou, che lavora ancora oggi nell'associazione. Durante il viaggio Pikin si è svegliata e si è guardata attorno con aria assonnata, prima di riaddormentarsi tranquilla tra le braccia del suo soccorritore. Prima di arrivare in Cameroon, Appolinaire era stato costretto a fuggire dalla sua casa in Chad a causa di una guerra civile. Lavorando con Ape Action Africa si è ricostruito una vita.

Come è andata a finire. A gennaio, quando la foto è stata scelta tra le finaliste, Jo-Anne McArthur ha ricontattato Appolinaire per avere notizie dei protagonisti: l'uomo ha raccontato di aver instaurato con il gorilla, morto nel 2014, un legame speciale, quasi paterno: la scimmia era gelosa delle sue interazioni con gli altri primati, e gli obbediva (salvo ricominciare a seguire i suoi interessi non appena pensava che il rimprovero fosse dimenticato).

14 febbraio 2018 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us