Animali

Il giglio bianco, bellissimo ma pericoloso per i nostri gatti!

Il giglio bianco è un fiore molto popolare nelle nostre case, ma forse non tutti sanno che è tossico per il nostro gatto. Pochi giorni fa un collega ci ha...



Il giglio bianco è un fiore molto popolare nelle nostre case, ma forse non tutti sanno che è tossico per il nostro gatto. Pochi giorni fa un collega ci ha raccontato di aver ricoverato un gatto che vomitava e non mangiava da qualche giorno; alla fine si è scoperto che il povero animale si era intossicato proprio mangiando una foglia di giglio bianco, che era stato regalato alla proprietaria alcuni giorni prima.

Quelli pericolosi e quelli no
Altri membri della famiglia dei gigli sono tossici, come il giglio turco e il giglio tigrato, mentre la calla e il giglio glorioso non sono pericolosi.
Mangiare anche solo una foglia di un giglio tossico può portare a un grave avvelenamento e in breve tempo il gatto potrà manifestare dei segni di questa tossicità.

Danni renali
I primi effetti si evidenziano a livello dei reni. In un tempo variabile da qualche minuto a qualche ora dall’ingestione della pianta, il gatto inizia a vomitare e rifiuta di mangiare. In breve compariranno i segni di una disidratazione e, quando la tossina raggiungerà i reni, il gatto inizierà a diventare apatico, a muoversi poco e a non voler più interagire con i proprietari. Purtroppo il danno renale potrebbe essere talmente grave da portare il gatto alla morte nel giro di 5 giorni.

Intervento tempestivo
Se sospettate che il vostro animale abbia ingerito una parte di un giglio (foglia, petali, ecc.), vi consigliamo di contattare il veterinario immediatamente. In questi casi, un intervento tempestivo e mirato può salvare la vita al vostro animale. Il veterinario provvederà a fare delle flebo al gatto per disintossicarlo e a somministrargli dei farmaci per controllare nausea e vomito.
Ai proprietari di gatti, amanti anche dei fiori, il consiglio è quello di rinunciare ad avere gigli nella propria collezione di piante o, se proprio non possono farne a meno, assicurarsi che questo tipo di fiore non sia mai a portata della bocca del gatto.

Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us