Animali

Il gatto che sporca in casa

Una delle ragioni per cui i gatti sono diventati animali da compagnia molto diffusi è il fatto che utilizzano una cassetta igienica per i loro bisogni. Un...


Una delle ragioni per cui i gatti sono diventati animali da compagnia molto diffusi è il fatto che utilizzano una cassetta igienica per i loro bisogni. Un bel vantaggio.

Sfortunatamente però, sporcare in casa è uno dei problemi comportamentali felini più comuni. Capita infatti che il gatto non usi la “sua” cassetta igienica. Perché?

I motivi possono essere svariati e a volte sono legati a disturbi clinici come il diabete, patologie della tiroide, malattie del fegato e dei reni, problemi intestinali, problemi delle vie urinarie, ecc

Da un punto di vista comportamentale questo problema può essere diviso in 2 grandi categorie: l’eliminazione inappropriata (il gatto elimina urine o feci nel posto sbagliato) e la marcatura.

  • Nel caso dell’eliminazione inappropriata il problema potrebbe essere correlato al tipo di cassetta igienica, cioè se è aperta o chiusa, la dimensione, i margini troppo alti o troppo bassi, la posizione (i gatti preferiscono dei luoghi un po' appartati e lontani da fonti di rumori, come ad esempio la lavatrice); spesso il problema è legato al tipo di sabbia utilizzata: alcuni gatti non gradiscono le sabbiette profumate o quelle con i granelli molto grossi. Alcuni gatti preferiscono materiale non agglomerante, altri hanno bisogno di poter scavare nella lettiera mettendo uno strato di materiale abbastanza profondo. È importante tenere la lettiera pulita: bisognerebbe cambiarla completamente ogni 4-5 giorni e raccogliere le feci giornalmente.
    Spesso per pulire la cassetta si utilizzano detergenti che danno fastidio al gatto, invece sarebbe meglio utilizzare detergenti neutri come il sapone di marsiglia. Quando ci sono più gatti nella stessa casa il numero e la posizione delle cassette è fondamentale: in generale le cassette dovrebbero essere una per gatto più una aggiuntiva in posizioni diverse (non una vicina all’altra).
  • Altre volte, invece, il gatto utilizza la cassetta igienica ma sporca anche fuori, o meglio marca determinate zone della casa come le tende, i divani, gli stipiti delle porte e delle finestre. In questo caso le chiazze lasciate dalla deposizione di urina sono verticali e hanno proprio la funzione di marcare l’ambiente lasciando il proprio odore.
    La marcatura può essere di tipo sessuale: è quello che accade con i gatti maschi non sterilizzati; oppure di tipo reattivo, conseguente a vari tipi di stress: spesso è associata a cambiamenti ambientali e sociali o alla presenza di odori nuovi all’interno della casa (es. nuovi oggetti, nuovi mobili, traslochi, arrivo di nuove persone, cambiamenti nell’accesso alla casa e mancanza di accesso all’esterno) o cambiamenti riguardanti l’interazione con il proprietario.

  • Oltre a eliminare la causa della marcatura o dell’eliminazione inappropriata è necessario pulire adeguatamente nel luogo dove il gatto ha sporcato evitando l’utilizzo di candeggina o prodotti a base di ammoniaca ma preferendo detergenti enzimatici o detergenti neutri.

    Si possono anche rendere sgradevoli le aree dove il gatto ha sporcato (ad es. utilizzando fogli di alluminio, plastica, nastro adesivo) oppure impedirne l’accesso al gatto.
    Questi sono dei consigli che possono essere utili per migliorare questo tipo di problema ma spesso alla base possono esserci altri tipi di disturbi, quindi potrebbe essere opportuno o necessario rivolgersi a un medico veterinario esperto in comportamento.

    Ora in Edicola
    Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

    La (brutta) storia della follia raccontata attraverso i re e gli imperatori ritenuti pazzi, i rimedi adottati nei secoli per “curarla” e l'infinita serie di pregiudizi e superstizioni che hanno reso la vita dei malati un inferno peggiore del loro male. E ancora: quando le donne si sfidavano a duello; la feroce Guerra delle due Rose, nell'Inghilterra del '400.

    ABBONATI A 29,90€

    Senza l'acqua non ci sarebbe la Terra, l'uomo è l'animale che ne beve di più, gli oceani regolano la nostra sopravvivenza: un ricco dossier con le più recenti risposte della scienza. E ancora: come agisce un mental coach; chi sono gli acchiappa fulmini; come lavorano i cacciatori dell'antimateria; il fiuto dei cani al servizio dell'uomo.

    ABBONATI A 29,90€
    Follow us