Animali

Il fossile simile a ragni e scorpioni (ma che non è nessuno dei due)

In America è stato ritrovato il fossile di un aracnide simile a ragni e scorpioni, ma con le zampe ricoperte di spine: un animale bizzarro ancora da scoprire.

Mazon Creek, nell'Illinois, è uno dei siti fossiliferi più importanti d'America; formatosi 309 milioni di anni fa durante il Carbonifero, contiene tracce di oltre 700 specie diverse di piante e animali, che in molti casi rappresentano gli antenati delle forme di vita moderne, e sono quindi una finestra sulla loro evoluzione.

A volte, però, la roccia restituisce creature troppo strane per venire facilmente incasellate: è il caso di Douglassarachne acanthopoda, un aracnide che possiede caratteristiche tipiche dei ragni, degli scorpioni e degli opilioni, ma che non appartiene a nessuno di questi gruppi. Il bizzarro animale è stato descritto in uno studio pubblicato sul Journal of Paleontology.

 

Douglassarachne
Un'altra ricostruzione dell'aspetto di Douglassarachne acanthopoda prodotta dagli autori dello studio © Copyright © The Author(s), 2024. Published by Cambridge University Press on behalf of Paleontological Society

Come te non c'è nessuno. Douglassarachne era lungo 1.5 centimetri, e la sua caratteristica più evidente erano le zampe: lunghe e coperte di spine, ricordano alla lontana quelle di alcuni moderni opilioni (aracnidi simili a ragni, molto diffusi anche nelle nostre case), e da loro deriva il suo nome specifico, acanthopoda, che significa "zampe spinose".

Il loro corpo, inoltre, aveva una forma molto diversa da quella dei loro parenti ancora esistenti – non solo gli opilioni, ma anche i ragni e gli scorpioni. Di più: come spiegato da Paul Selden, primo autore dello studio, Douglassarachne non assomigliava a nessun aracnide conosciuto, né vivente né estinto.

 

Esperimento fallito. Il motivo di questa stranezza è da ricercare nella grande ricchezza di forme che avevano gli aracnidi ai tempi del Carbonifero, 100 milioni di anni dopo la loro comparsa sulla Terra: Douglassarachne si può considerare uno dei tanti "esperimenti" evolutivi di quell'epoca, e il fatto che si sia estinto e non conosciamo altre forme simili fa pensare che l'esperimento sia fallito per qualche motivo.

Estinzione di massa. Non sappiamo neanche come mai si sia estinto, ma la spiegazione più probabile è che sia stata una delle tante vittime del cosiddetto collasso delle foreste pluviali del Carbonifero, un'estinzione di massa durante la quale, dopo aver prosperato per milioni di anni, le formazioni vegetali di 300 milioni di anni fa cominciarono a frammentarsi e a scomparire, contribuendo alla scomparsa di moltissime specie viventi: oggi tutto quello che resta di quelle foreste è un'enorme quantità di carbone.

26 maggio 2024 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us