Animali

Il fiore che puzza di ape morente

Le tecniche delle piante per essere impollinate sono innumerevoli, ma quella di Ceropegia supera la fantasia.
 

Sono molte le specie di piante che attirano gli impollinatori fingendo di essere qualcos’altro. Alcune si travestono da carne putrida e puzzano così per attirare le mosche. Altre hanno i fiori che assomigliano alle femmine delle vespe, e inducono i maschi ad accoppiarsi con loro e sporcarsi di polline. In questo modo ingannano gli insetti e riescono ad arrivare al loro scopo (lo scambio di polline) senza troppi sforzi.

Triangolo di morte. Una specie, definita in inglese pianta paracadute (Ceropegia sandersonii), che abita in Sud America, imita però un odore molto particolare: quello delle api che si dibattono e mordono per fuggire quando sono in difficoltà, attaccate da un ragno o una pianta carnivora. Un fenomeno effimero e momentaneo, che però ha la caratteristica di attrarre alcune mosche, specie del genere Desmometopa, che gli ecologi definiscono cleptoparassiti (parassiti nascosti). Le mosche non sono predatrici dirette delle api, ma si nutrono dei fluidi rilasciati dagli insetti feriti.

Scopo raggiunto. Assalite dai ragni, infatti, le api emettono alcune particolari molecole volatili, che normalmente sembrano essere implicate nella difesa dell’alveare, probabilmente perché attirano le altre operaie in loro difesa. Le mosche si avvicinano al luogo del delitto e si nutrono delle api in difficoltà. Allo stesso modo, quando sono attratte dai composti emessi dalla pianta, atterrano sul fiore; non trovando l'ape in difficoltà, si aggirano sulla piante e si sporcano con i granelli di polline, andandosene poco dopo. Sempre alla ricerca di prede, queste mosche si spostano su altre pianticine e in questo modo depositano il polline della pianta precedente e fecondano i fiori.

11 ottobre 2016 Marco Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us