Animali

I ragni hanno inventato i post-it® più potenti

Come fanno i ragni a rimanere appiccicati a tutte le superfici? Lo ha scoperto un gruppo di ricercatori tedesci...

I ragni hanno inventato i post-it® più potenti
Come fanno i ragni a rimanere appiccicati a tutte le superfici? Lo ha scoperto un gruppo di ricercatori tedesci...

La micrografia a colori della zampa di un ragno saltatore mette in evidenza la peluria: è lì che si sprigionano forissime forze di interazione intermolecolari.
La micrografia a colori della zampa di un ragno saltatore mette in evidenza la peluria: è lì che si sprigionano forissime forze di interazione intermolecolari.

A che cosa può servire scoprire in che modo un ragno sta attaccato al muro? I ricercatori di un team svizzero-tedesco, che se ne è occupato, hanno le idee chiare su come queste conoscenze potrebbero cambiare la vita negli uffici e nelle navicelle spaziali. Nel primo caso, niente più preziosi post-it® che si scollano e si perdono; nel secondo, la possibilità per gli astronauti di muoversi senza gravità rimanendo appiccicati alle pareti, proprio come i ragni.
L'Uomo Ragno in punta di dita. Per la prima volta la scienza ha misurato la forza di adesione che permette a questi animali di non staccarsi dalla superficie su cui si muovono. Il risultato è che i ragni sono in grado di sopportare 170 volte il peso del loro stesso corpo. “È come se Spiderman rimanesse aggrappato alla parete verticale di un palazzo solo con le dita delle mani e dei piedi, mentre porta in salvo 170 uomini, tutti appollaiati alla sua schiena”, spiega Andrew Martin dell'Institute of Technical Zoology and Bionics tedesco che ha avviato la ricerca. E il segreto sta tutto nella forza delle zampe. Niente muscoli, però: è tutta una questione di peli.
Peli al posto dei muscoli. Scrutandole al microscopio elettronico, le estremità di un ragno saltatore (Evarcha arcuata) si mostrano coperte di peli, terminanti in peli più sottili, detti setule, che si diramano a loro volta in minuscole punte triangolari.
Niente di appiccicoso, dunque, ma un fenomeno tutto fisico, noto come forza di Van Der Waals. Si tratta di una speciale attrazione che si sviluppa tra le molecole delle punte estreme e quelle del soffitto quando sono molto vicine e le cariche elettriche della parte esterna dei due differenti strati di molecole iniziano a interagire. Una forza debolissima, che, se moltiplicata per i miliardi di peli su ogni zampa del ragno diventa potente. Perché non sfruttarla per nuove tecnologie?

(Notizia aggiornata al 26 aprile 2004)

22 aprile 2004
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us