Animali

Non solo gli umani: i primati con disabilità cambiano comportamento per adattarsi

I primati hanno una notevole capacità di adattarsi agli impedimenti fisici, modificando il loro comportamento o facendosi aiutare da altri membri del branco.

Quando un essere umano sviluppa una disabilità, che sia per ragioni genetiche o in seguito a un incidente, è in grado di modificare il proprio comportamento per adattarsi a questa nuova situazione, e di trovare soluzioni creative per aggirarla e vivere come faceva prima. Questa capacità di adattamento alle disabilità, però, non è esclusiva della nostra specie: come spiega un nuovo studio pubblicato sull'American Journal of Primatology, anche gli altri primati sono in grado di superare la loro disabilità, modificando il loro comportamento o facendosi aiutare da altri membri del branco.

Correre senza una zampa. Lo studio è una review di quasi 3.000 articoli pubblicati sull'argomento, tra i quali il team della Concordia University di Montreal ne ha selezionati 114 che corrispondevano alle loro esigenze di ricerca. Gli studi coprono un periodo che va dal 1931 al 2023, e riguardano un totale di 125 diverse specie di primati: la più rappresentata è lo scimpanzé (che "copre" il 25% degli studi totali), seguito da macachi e babbuini. Tutti hanno mostrato una qualche capacità di reagire a una disabilità: per esempio, gli animali con danni a una zampa (o che l'hanno persa) imparano a correre e arrampicarsi usando solo tre arti. Conta anche l'aiuto sociale: le madri con figlio disabile tendono a sostenerlo e aiutarlo più a lungo di quanto succeda a quelle con figli "sani".

 

È (anche) colpa nostra. Per quello che riguarda le cause di queste disabilità, lo studio rivela che nella maggior parte dei casi la colpa è nostra: ci sono per esempio primati che si infortunano facendo scattare trappole destinate ad altri animali, altri che vengono investiti da macchine o trattori, e ci sono anche casi di scimmie che si ammalano come conseguenza della vicinanza con noi umani. Nello studio si legge anche che questi risultati sono solo un punto di partenza: sappiamo che i primati sanno aggirare le disabilità, ma ancora non sappiamo quanto costi loro dal punto di vista energetico, e quali conseguenze abbia la modifica forzata del loro comportamento. Brogan Stewart, primo autore dello studio, continuerà questo lavoro con le sue ricerche sui macachi giapponesi disabili.

27 febbraio 2024 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us