Animali

Anche i dinosauri adolescenti avevano la "compagnia"

La scoperta di due giacimenti di ossa di adrosauro dimostra che anche i giovani dinosauri preferivano stare con i coetanei piuttosto che con gli adulti.

Arriva per tutti quel momento in cui ci si stacca dai genitori per addentrarsi nel mondo e cercare la propria strada, di solito in compagnia di altri individui della stessa età. Si chiama adolescenza, e non è un fenomeno esclusivamente umano: molti altri animali, quando sono giovani, si riuniscono in gruppi sociali separati dalla famiglia. E ora, la scoperta di due giacimenti di ossa di dinosauri risalenti al Cretaceo ci dimostra che anche alcuni dinosauri avevano la "compagnia", e si riunivano in gruppi di adolescenti che si staccavano dalle rispettive famiglie per esplorare il mondo insieme. Lo studio per ora è stato solo presentato al meeting annuale della Society of Vertebrate Palaeontology, ed è in attesa di venire pubblicato.

Sul letto di morte. L'aspetto della vita dei dinosauri più difficile da studiare è ovviamente il loro comportamento: non abbiamo testimonianze dirette e possiamo solo formulare ipotesi basandoci su quel poco che possiamo dedurre dai loro resti fossili – non è facile immaginare come vivesse un animale del quale abbiamo solo le ossa. Per scoprire qualcosa di più su Hypacrosaurus stebingeri, un adrosauro (cioè un dinosauro a becco d'anatra) vissuto in nord America durante il Cretaceo, Tristan Joubarne dell'università di Calgary, autore del futuro studio, ha analizzato due diversi "letti di ossa", cioè formazioni rocciose molto ricche, appunto, di ossa, che appartengono ad animali morti tutti nello stesso momento. I letti di ossa sono quindi particolarmente importanti per studiare il comportamento dei dinosauri, perché ci parlano non di un singolo esemplare, ma di un intero gruppo, spazzato via da un singolo evento catastrofico.

Via di casa. I due siti studiati, uno in Montana e uno in Canada, nell'Alberta, contenevano entrambi ossa di Hypacrosaurus. Nel primo, però, c'erano sia ossa di adulti sia di esemplari molto giovani, mentre nel secondo solo ossa di individui in età adolescenziale. Secondo Joubarne, questo significa che il comportamento dei dinosauri era simile a quello di molti mammiferi sociali: formavano un gruppo composto da adulti e da cuccioli, ma quando un esemplare raggiungeva una certa età (e soprattutto una certa dimensione, e la maturità sessuale) si staccava dal branco originario per andare a formarne un altro insieme ai suoi coetanei. Almeno questa è l'ipotesi dello studio: è impossibile da verificare con un animale estinto, ma le prove paleontologiche puntano tutte in questa direzione; serviranno però altri scavi e altri letti di ossa per confermarla.

23 novembre 2022 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us