Animali

I cani sorridono?

Di solito tendiamo ad attribuire significati umani a segnali della comunicazione dei cani che possono ricordare le nostre espressioni, ma che in realtà sono...

Di solito tendiamo ad attribuire significati umani a segnali della comunicazione dei cani che possono ricordare le nostre espressioni, ma che in realtà sono portatori di messaggi esclusivamente canini. Un esempio ci viene fornito dal “sogghigno” del cane che gli inglesi chiamano grinning e che spesso noi interpretiamo come un “sorriso” (nella foto). I cani, in realtà, sono privi della muscolatura idonea per esprimere un sorriso così come è concepito da noi, oltre al fatto che anche il sorriso umano non in tutte le culture rappresenta un gesto amichevole. Il sogghigno osservato nei cani è una smorfia che lascia scoperti i denti ed è generalmente accompagnata da altri segnali di sottomissione. Questo atteggiamento - rivolto quasi unicamente verso le persone - si ritiene che sia un gesto con cui il cane intende catturare la benevolenza di chi gli sta di fronte. In termini scientifici è un comportamento “deferenziale”, utile cioè a ridurre la potenziale aggressività di qualcuno (per esempio il padrone o un estraneo). I cuccioli e alcuni cani molto deferenti o ansiosi “sogghignano” con le labbra retratte, mostrando gran parte della gengiva. Possono inoltre leccarsi le labbra, starnutire e mostrare gli incisivi. Questi sono tutti comportamenti deferenziali. I cani possono sogghignare anche in condizioni di sottomissione. In quel momento il cane non sta quindi esprimendo con questa “smorfia” uno stato d’animo di felicità o di compiacimento.

Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us