Animali

I bombi sanno volare più in alto dell'Everest

I "cugini" delle api, tra i principali insetti impollinatori, potrebbero vivere e foraggiarsi anche a quote dove gli esseri umani più allenati non resistono che pochi minuti. Merito di uno speciale movimento d'ali.

L'ultimo incontro che ci aspetteremmo in una cordata a oltre 8 mila metri di quota è quello con un bombo. Eppure questi insetti non avrebbero grandi problemi a volare anche a quell'altitudine, dove l'ossigeno nell'aria è un terzo di quello presente a livello del mare.

Una resistenza da sherpa
Un gruppo di ricercatori dell'Università del Wyoming ha intrappolato sei maschi di bombo (gen. Bombus) nella provincia cinese del Sichuan, a 3250 metri di quota e li ha messi, uno alla volta, in una galleria del vento di plexiglass. Quindi, lentamente gli scienziati hanno iniziato a sottrarre aria dal tubo, per simulare le condizioni atmosferiche che si trovano salendo a quote sempre più alte.

Sorprendentemente, solo un bombo non è riuscito a volare raggiunta la "quota" simulata di 8 mila metri. Gli altri cinque sono riusciti a destreggiarsi nell'aria anche sopra i 9 mila metri, oltre 100 metri in più rispetto alla vetta dell'Everest.

Faccia a faccia con le api
VAI ALLA GALLERY (N foto)

Lunghi e ben distesi
Il segreto dei voli ad alta quota? Gli insetti che hanno sforato i 9 mila non hanno sbattuto le ali più velocemente dei compagni, ma hanno aumentato l'ampiezza del battito, muovendo le ali più avanti e più indietro ad ogni singolo "colpo" per compensare la mancanza di pressione atmosferica e la rarefazione dell'aria.

Lo studio suggerisce che, in caso di necessità, i maschi di bombo sarebbero capaci di performance di volo estreme pur di riuscire a nutrirsi. Ora bisognerà capire se anche le femmine di questo insetto, che hanno ali più piccole e un range di movimento più corto, sappiano raggiungere gli stessi risultati.

I bombi sono, come le api, tra i principali insetti impollinatori e la loro sopravvivenza è fondamentale per la salvaguardia delle attività agricole umane. Imparare a conoscerli meglio significa possedere più strumenti per tutelarli come specie.

Ti potrebbero interessare anche:

L'impianto di condizionamento dei bombi
I bombi? "Vedono" il campo elettrico dei fiori, e si orientano di conseguenza
Anche tra i bombi, chi va piano sceglie meglio
Le api atterrano senza danni grazie al pilota automatico

Foto pungenti: un'ape colta sul fatto
VAI ALLA GALLERY (N foto)

Incontro (molto) ravvicinato con le api
VAI ALLA GALLERY (N foto)

6 febbraio 2014 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us