Animali

I bombi imparano a giocare a calcio dai loro simili

Gli insetti della famiglia delle api sanno apprendere compiti non da impollinatore, semplicemente osservando i loro simili. E migliorano persino le performance dei "maestri".

Giocare a calcio? Facile! I bombi imparano i fondamenti dello sport - non proprio congeniale a un insetto - semplicemente guardando i loro simili, e anche in cambio di una ricompensa zuccherina. La scoperta descritta su Science getta nuova luce sulle capacità di apprendimento degli impollinatori, più sofisticate del previsto. La loro non è semplice imitazione: nel ripetere le mosse da "attaccante", adottano trucchi e migliorie rispetto a quanto hanno imparato.

Guarda che tiro. Gli scienziati della Queen Mary University of London hanno insegnato a un gruppetto di bombi (Bombus terrestris) a muovere alcune biglie di legno fino al centro di una piattaforma, dove le aspettava un liquido dolce. Il tutto, sotto gli occhi vigili dei loro simili.

Dopo tre sessioni di allenamento, i bombi allievi hanno potuto mostrare le loro doti calcistiche: sono riusciti a fare goal quasi in tutti i casi, segno che avevano fatto tesoro dell'esempio dei simili. I bombi che avevano visto le biglie mosse da un magnete o che non avevano assistito a nulla ci sono riusciti soltanto nel 30% dei casi.

Anche furbi! Ai bombi maestri erano state date tre biglie, di cui due - le più vicine alla "porta" - incollate e impossibili da muovere. Solo la più lontana si poteva spostare liberamente. Le biglie degli insetti allievi erano invece tutte libere, ma gli animali, anziché spostare la più lontana, come avevano visto nei compagni, hanno mosso la più vicina, per fare meno fatica.

Non si è trattato quindi di semplice imitazione, ma di un compito complesso, non da api, appreso e fatto proprio. Una conquista in cui la componente sociale ha avuto un ruolo determinante.

25 febbraio 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Il racconto del decennio (1919-1929) che condusse un'Italia povera, ferita e delusa dalla Grande guerra nelle braccia di Mussolini. E ancora: distanziamento, lockdown, ristori... tutte le analogie fra la peste di ieri e il covid di oggi; come Anna Maria Luisa, l'ultima dei Medici, salvò i tesori artistici di Firenze; dalla preistoria in poi, l'impatto dell'uomo sull'ambiente e sul paesaggio.

ABBONATI A 29,90€

Il cervello trattiene senza sforzo le informazioni importanti per sopravvivere. Qual è, allora, il segreto per ricordare? Inoltre: gli ultimi studi per preservare la biodiversità; la più grande galleria del vento d'Europa dove si testano treni, aerei, navi; a che punto sono i reattori che sfruttano la fusione nucleare.


ABBONATI A 29,90€

Litigare fa ammalare? In quale sport i gatti sarebbero imbattibili? Perché possiamo essere cattivi con gli altri? Sulla Luna ci sono nuvole? Queste e tante altre domande e risposte, curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R, d'ora in poi tutti i mesi in edicola!

ABBONATI A 29,90€
Follow us