Animali

Grandi e pacifici

Le più grosse specie oceaniche si nutrono di plancton, minuscoli animali marini. Com'è possibile che esseri così piccoli riescano a nutrire animali tanto grandi?

È una specie di lotta tra Davide e Golia. Balene, squali e mante inseguono per tutti gli oceani prede piccolissime per nutrirsene, e quando ne avvistano i banchi fanno pantagrueliche scorpacciate. Perché questa dipendenza? Enormi predatori che si concentrano sulle prede più piccole: come fanno a soddisfare un corpo così grande animali così piccoli? Come e perché si è evoluto questo comportamento?

Grandi e pacifici
VAI ALLA GALLERY (N foto)

Il plancton, dice Simone Panigada, vicepresidente dell'Istituto Tethys, è una risorsa abbondante e diffusa negli oceani. È ricco ed è presente in concentrazioni enormi, quando lo si trova. Inoltre è meno sfuggente di altre prede, ed è più soggetto alle correnti. Una volta iniziata, evolutivamente, la strada del gigantismo, il plancton diventa la fonte di cibo migliore per tutti. Inoltre le acque marine sostengono il peso del corpo meglio della terraferma e permettono, come accade alle balene, un aumento di dimensioni mai raggiunto nella vita sulla Terra. Le enormi dimensioni, infine, sono un'arma contro la caccia da parte di predatori marini. Anche se sono lenti, uccidere uno squalo balena o una manta non è facilissimo. Come spesso accade nell'evoluzione, non esiste una sola causa scatenante di un particolare comportamento, ma tutta una serie di concause che contribuiscono a spingere una specie verso un determinato adattamento. Che sia stata prima la voglia di plancton o la necessità di difendersi dai predatori, fatto sta che la maggior parte dei grossi animali marini si nutrono di grandi concentrazioni di piccolissime specie.

Un tuffo con gli squali balena
VAI ALLA GALLERY (N foto)

Le incredibili foto dello squalo ciclope
VAI ALLA GALLERY (N foto)

Corpo di mille balene!
VAI ALLA GALLERY (N foto)

13 agosto 2014 Marco Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us