Animali

Gli unicorni sono esistiti davvero

Vissero più a lungo di quanto si credesse ed entrarono forse a contatto con l'uomo. La cattiva notizia è che somigliavano più a rinoceronti che a cavalli, e che sono ormai estinti da 29 mila anni.

L'elasmoterio (Elasmotherium sibiricum), un genere estinto di rinoceronte con un grosso corno posizionato sul cranio - dalle cui fattezze ebbe forse origine il mito degli unicorni - visse molto più a lungo del previsto.

Finora si pensava che l'"unicorno siberiano", un erbivoro estinto tipico dell'Asia di Pliocene e Pleistocene che si diffuse fino alla Siberia, fosse andato completamente estinta 350 mila anni fa. Ma la scoperta di un cranio ben conservato di elasmoterio nella regione di Pavlodar, in Kazakistan, dimostra che un gruppo di questi bestioni preistorici sopravvisse abbastanza a lungo da entrare, potenzialmente, a contatto con l'uomo.

sopravvissuti. Le analisi al radiocarbonio effettuate dai ricercatori della Tomsk State University (Russia) datano il fossile a 29 mila anni fa; l'ipotesi descritta sull'American Journal of Applied Science è che l'area meridionale della Siberia occidentale abbia costituito un rifugio - in termini biologici - ossia una nicchia ecologica dalle condizioni particolarmente favorevoli che consentì agli "unicorni" che qui vivevano, o che vi migrarono, di sopravvivere più a lungo rispetto ai propri simili.

Goffi e ingombranti. Il cranio rinvenuto doveva appartenere a un esemplare maschio ormai vecchio. Gli elasmoteri adulti somigliavano più a grossi mammut che al cavallo associato alla figura degli unicorni: alti quasi 2 metri, potevano raggiungere i 4 metri di lunghezza e le 4 tonnellate di peso.

30 marzo 2016 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us